CronacaPrimo Piano

Toscana, continuano le operazioni di soccorso

Alluvione Toscana. Foto Internet

Dopo l’alluvione delle scorse settimane, la Toscana fa i conti coi danni. Un evento che ha colpito in tutti gli aspetti: quello ambientale, economico e umano.

A Grosseto e Massa, tuttora proseguono le operazioni di assistenza e soccorso. Secondo fonti locali, sono circa trecento i volontari impegnati assieme agli operai comunali e Protezione civile. Impraticabili anche le strade, tanto che l’Aurelia (la via che collega le due città) è sottoposta ad accertamenti. Nonostante la riapertura del tratto fra le due città, all’altezza del fiume Albegna ci sono stati danneggiamenti anche se riparati. In tutte le realtà interessate ci sono state distribuzioni di cibo e, sono nuovamente in funzione acqua, gas ed energia elettrica.

Ricordiamo che le vittime totali in Toscana sono cinque: un anziano, tre operai dell’Enel morti dopo che un ponte nei pressi di Orbetello ha ceduto, e un rumeno di trentacinque anni a Capalbio. La regione Toscana, tramite il presidente Enrico Rossi ha chiesto aiuti al governo. Dopo l’incontro di venerdì scorso con il Presidente del Consiglio Mario Monti, Rossi ha dichiarato che saranno 250 milioni i soldi destinati alle zone colpite. Danni stimati per nel settore dell’agricoltura per 350 milioni di euro. Così come altri settori, per primo quello turistico. Intanto a Capalbio, dopo la decisione del sindaco Luigi Bellumori rimangono chiuse tutte le scuole.

Matteo Melani

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.