Economia & LavoroPrimo Piano

Termini. Orlando: “Fiat assuma responsabilità e non impedisca sviluppo”

Il Sindaco Leoluca Orlando e presidente Anci Sicilia, ha partecipato oggi alla grande manifestazione di lavoratori, cittadini, sindacati e rappresentanti di tutta la comunità Termitana a difesa e per il rilancio della presenza industriale Fiat e dell’indotto.Portando la propria solidarietà e l’impegno di Palermo e di tutti i Comuni siciliani, Leoluca Orlando ha ricordato di aver chiesto insieme con i Sindacati la partecipazione al Tavolo convocato domani a Roma presso il Ministero Sviluppo Economico anche della Presidenza del
Consiglio.

“La vertenza di Fiat e indotto a Termini – ha detto Orlando – deve tornare ad essere nazionale e la Fiat deve assumersi le proprie responsabilità riattivando la produzione di auto o non impedendo in nome di un inaccettabile soffocante monopolio la presenza di altra
multinazionale del settore automobilistico. Il Governo nazionale e quello regionale devono smettere di essere nei fatti subalterni al disegno di deindustrializzazione dell’area termitana”.

Domani alle 13, in coincidenza con l’avvio del Tavolo tecnico al Mise, una delegazione di Sindaci guidata dal Presidente Anci Sicilia
incontrerà in Prefettura la Prefetto di Palermo Francesca Cannizzo, rappresentante del Governo nazionale, “per confermare e sostenere – dichiara Orlando – la mobilitazione e le richieste di una intera comunità che oggi ha dimostrato con una grande presenza a Piazza
Duomo, quanto quella realtà sia di fondamentale importanza non solo per Termini ma per tutta la Sicilia.”

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.