Cronaca

Termini Imerese: sorpresi a rubare ferro all’interno dell’area portuale

foto ufficio stampa

È successo tutto nel corso della mattinata del 17 luglio, quando, durante lo svolgimento di un servizio di pattugliamento del centro abitato, i militari della locale Stazione Carabinieri traevano in arresto per il reato di furto aggravato in concorso i fratelli Alessandro Bellaville, classe ’85 e Ignazio Bellaville, classe ’70, entrambi termitani, disoccupati e pregiudicati per reati dello stesso tipo.

I militari alle ore 11.00 circa, mentre effettuavano un giro d’ispezione all’interno della zona portuale di Termini Imerese dove è ubicato un grosso cantiere edile allestito per i lavori di realizzazione del molo di sottoflutto, scorgevano i fratelli Bellaville, che dopo essersi introdotti, senza autorizzazione e furtivamente nel predetto cantiere, erano intenti a caricare a bordo del furgone Fiat Iveco di proprietà degli stessi alcune transenne in ferro zincato ivi presente, utilizzate dagli operai del suddetto cantiere per delimitare le zone di lavoro all’interno dello stesso.

Immediatamente bloccati, ai due veniva pertanto contestato il reato di furto aggravato, violazione prevista dagli articoli 624 e 625 del Codice Penale.

La refurtiva veniva recuperata e consegnata a personale dell’Autorità Portuale, invece gli arrestati venivano tradotti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, in attesa del giudizio con rito direttissimo disposto dall’Autorità Giudiziaria del Tribunale di Termini Imerese. In detta sede il Giudice convalidava l’arresto e disponeva nei confronti dei fratelli Bellaville la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.