Scuola & Università

Terenghi: “Stop ai mega appalti nella sanità”

Umberto Terenghi. Foto Internet

«È giunto il momento che ai programmi e alle parole del presidente Crocetta seguano i fatti – ad affermarlo è il vicepresidente di Pmisicilia, Umberto Terenghi – Abbiamo apprezzato molto la sua posizione di non voler danneggiare l’economia locale a vantaggio delle multinazionali.

Però, nei fatti in Sicilia continuano a esistere appalti che estromettono le piccole imprese siciliane, le uniche rimaste sul territorio. E questo avviene soprattutto nel settore della sanità dove si bandiscono le solite gare di global service anche di centinaia di milioni di euro alle quali possono partecipare le altrettanto solite e ben note grandi imprese, mentre le aziende dell’Isola non possono concorrere perché non adeguatamente dimensionate.

Vorremmo sapere perché quasi sempre in questi bandi si dà poca importanza in termini di punteggi all’offerta economica in un momento di così grande crisi finanziaria; e perché oltretutto prevedano una durata che va anche oltre i dieci anni (la formula più diffusa è di nove anni rinnovabili per altri quattro), impegnando la pubblica amministrazione per un’intera generazione.

Per questo la nostra associazione chiede che si ponga fine una volta per tutte a questi artificiosi mega appalti, che si suddividano gli interventi da compiere, in modo da poter permettere alle imprese siciliane di partecipare e di lavorare nel proprio territorio, altrimenti l’economia siciliana sprofonderà sempre di più nel baratro».

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.