Sport

Tennis, Acapulco. Errani e Nadal travolgenti

Foto internet

Sara Errani e Rafael Nadal trionfano ad Acapulco battendo i rispettivi avversari con due finali travolgenti: 6-0 6-4 per la romagnola contro Carla Suarez Navarro in 1 ora e 35 minuti, 6-0 6-2 per il maiorchino contro David Ferrer in una finale senza storia di poco piu’ di un’ora. L’azzurra ancora regina di Acapulco, conserva il titolo conquistato già nel 2012.

La Errani non ha lasciato possibilità di rimonta alla rivale. E’ partita benissimo: ha dominato il primo parziale e ha preso subito il largo nel secondo set, prima di subire l’unico break dell’intera finale. Sul 4-4, la numero 1 d’Italia ha piazzato l’allungo decisivo: ha strappato il servizio all’iberica e ha tenuto la battuta nel decimo game, facendo calare il sipario grazie al secondo match-point.

”E’ stato un torneo speciale – ha detto la Errani al termine dell’incontro – la settimana è stata un misto di sofferenza e stanchezza, per questo il trionfo è qualcosa di davvero speciale. E’ quasi un sollievo”.

”Ogni sfida con Carla – ha aggiunto riferendosi alla Suarez Navarro – è sempre stata una battaglia. Lei ha un talento incredibile ed e’ difficile da affrontare, quando comincia a ‘sciogliersi’ diventa davvero pericolosa su qualsiasi superficie, terra battuta o veloce”.

L’azzurra è intenzionata a tornare Messico il prossimo anno con l’obiettivo di calare il tris. ”Spero di tornare qui. Ora è ancora presto per parlarne, ma questo torneo mi piace moltissimo e conto di esserci”. Un nuovo trionfo, nel 2014, le regalerebbe un posto speciale nell’albo d’oro dell’evento. Solo la statunitense Venus Williams, oltre alla Errani, è stata capace di vincere il torneo per 2 anni di fila (2009 e 2010). La sudafricana Amanda Coetzer (2001 e 2003) e l’azzurra Flavia Pennetta (2005 e 2008), invece, hanno alzato il trofeo in due occasioni non consecutive.

Fin troppo facile invece la vittoria di Rafael Nadal, che gioca contro un David Ferrer mai entrato in partita. “E’ stata – racconta Nadal a fine match – una grande settimana per me e oggi ho giocato veramente bene. Ho dominato contro il numero 4 del mondo e questo mi fa molto bene per il morale e per il futuro. Tutto è girato bene e credo che questa sia una delle vittorie più belle della mia carriera”.

Sconsolato invece un Ferrer impotente e condizionato psicologicamente da un avversario che gli ha sempre fatto del male. “Avrei desiderato giocare meglio – ha detto Ferrer – ma non sono mai riuscito a trovare il ritmo. Ci sono giorni buoni e giorni meno buoni, questa è la realà. Rafa è stato meraviglioso e non mi ha concesso neppure una chance”.

Non ce l’hanno fatta Simone Bolelli e Fabio Fognini a vincere la finale di doppio sulla terra rossa di Acapulco. La coppia azzurra, reduce dal titolo conquistato a Buenos Aires, ha ceduto alla coppia numero 2 del seeding formata dal polacco Lukasz Kubot e dallo spagnolo David Marrero con il punteggio di 7-5 6-2.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.