CronacaPrimo Piano

Palermo, Orlando: “Finalmente un commissario per il Teatro Massimo”

Fabio Caparezza Guttuso (foto internet)

E’ Fabio Carapezza Guttuso il nuovo commissario straordinario della ‘Fondazione Teatro Massimo’ di Palermo. La nomina, disposta dal Ministro dei Beni culturali Lorenzo Ornaghi, consentirà a Carapezza Guttuso di gestire la fondazione per un tempo di sei mesi.

Come annunciato dallo stesso Ministro, il provvedimento è stato reso necessario a causa della prolungata paralisi delle attività della fondazione e alla pessima gestione degli organi di amministrazione. Una scossa, quindi, utile a ridare entusiasmo e, soprattutto, consegnare la gestione di uno dei teatri più grandi d’Europa ad una persona dalle elevate qualità professionali.

La nomina è stata apprezzata anche dal Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che in una nota diffusa attraverso gli uffici stampa del Comune, esprime “grande soddisfazione per l’avvenuto riconoscimento della legittimità della richiesta avanzata dall’Amministrazione e da me in qualità di Presidente dell’Ente”. “Sono felice per una scelta – prosegue Orlando – caduta su una persona di chiara competenza e professionalità, oltre che di grandi doti umane”.

Fabio Carapezza Guttuso, figlio adottivo del famoso pittore siciliano Renato Guttuso, scomparso nel 1987, presidente degli Archivi Guttuso, nasce a Palermo nel 1954. Laureato in Giurisprudenza, assume un ruolo dirigenziale nel Ministero dell’Interno, come Viceprefetto. Dal 1992 si occupa della sicurezza del patrimonio culturale per conto del Ministero dei Beni culturali, nel quale è collocato fuori ruolo.

“Andavo a Teatro Massimo fin da bambino – dichiara Carapezza Guttuso – è un pezzo della mia storia e dell’anima di tutti i siciliani. Ci andavo con Renato Guttuso, che realizzava molte coreografie per gli spettacoli. Questo aumenterà il mio impegno in questo nuovo ruolo, per restituire serenità a questa istituzione. Ringrazio il Ministro Ornaghi – conclude – per avermi assegnato l’incarico di traghettare un’istituzione come quella del Teatro Massimo, per consegnarla nelle mani del nuovo consiglio di amministrazione”.

Carapezza Guttuso sostituisce Antonio Cognata, sul quale di recente si era scatenata un’accesa polemica riguardante la cattiva gestione e organizzazione del Teatro.

Con la nomina del nuovo commissario, cessano la loro attività tutti i vertici del Teatro.

Paolo Guagliardito

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.