CronacaPrimo Piano

Teatro. È morta Franca Rame

Mondo del teatro e non solo in lutto: è morta la grande Franca Rame, aveva 84 anni. Sposata dal 1954 con il premio Nobel Dario Fo, era stata colpita da un ictus nel 2012 e ricoverata al Policlinico di Milano. Figlia d’arte, legata alle tradizioni teatrali dei burattini e delle marionette, debuttò nel mondo dello spettacolo appena nata per i ruoli di infante nelle commedie allestite dalla famiglia teatrante da generazioni.

Nel 1951 viene scritturata nella compagnia primaria di prosa di Tino Scotti per lo spettacolo “Ghe pensi mi” di Marcello Marchesi, in scena al Teatro Olimpia di Milano; nel 1958 fonda assieme al marito la Compagnia Dario Fo-Franca Rame (il marito è il regista ed il drammaturgo del gruppo, la Rame la prima attrice e l’amministratrice) che, negli anni seguenti, otterrà grandissimo successo commerciale nel circuito dei teatri cittadini istituzionali.

Negli anni ’70 partecipa al movimento femminista interpretando testi da lei scritti come“La madre”,“Tutta casa”, “Letto e chiesa”, “Grasso è bello!”. Nel 1971 ha sottoscritto la lettera aperta pubblicata sul settimanale L’Espresso sul caso Pinelli. Nel 1973 viene rapita da esponenti dell’estrema destra subendo anche violenza fisica e sessuale, che lei trasformò in opera nel lavoro “Lo stupro” nel 1981 (il procedimento penale ha avuto sentenza definitiva solo 25 anni dopo, con conseguente prescrizione del reato). Franca Rame si è dedicata anche alla politica, candidandosi nel 2006 capolista al Senato in Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana e Umbria tra le file dell’Italia dei Valori. Viene eletta senatrice in Piemonte.

Nel 2008 abbandona la politica e nel 2009 scrive assieme a Dario Fo scrive la sua autobiografia intitolata “Una vita all’improvvisa”.

“Proviamo grande dolore e siamo vicini con affetto a Dario e a tutta la famiglia per la scomparsa di Franca Rame, che di Palermo era cittadina onoraria e con cui abbiamo condiviso importanti momenti di impegno sul piano personale e politico.” Lo dichiarano il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando e l’Assessore alla Cultura del capoluogo siciliano Francesco Giambrone, commentando la scomparsa dell’attrice.

“L’esperienza umana e artistica di Franca e l’intreccio profondo fra impegno e vissuto personale – concludono i due – ha rappresentato una pietra miliare per la cultura italiana e rimarrà a testimonianza di una straordinaria umanità e sensibilità artistica.”

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.