PoliticaPrimo Piano

Teatro Bellini, appello di Bianco: “Non lasciare il Massimo senza guida”

Teatro Massimo Vincenzo Bellini

Il sindaco di Catania Enzo Bianco ha rivolto un accorato appello alla Regione siciliana affinché il Bellini non venga lasciato senza guida. “Il Commissario Alessandra Di Liberto – ha spiegato Bianco – è andata via per scadenza del suo mandato, non rinnovabile, e sento l’esigenza di ringraziarla per l’impegno profuso nel risolvere alcune delicate questioni amministrative. Non è stato però ancora stato nominato il Consiglio d’amministrazione anche se c’è un impegno del presidente della Regione Crocetta a farlo prestissimo. Questa mancanza di una guida è però estremamente rischiosa per il nostro teatro, che, come ogni ente lirico, è una creatura delicatissima” .

Ieri sera con la prima della “Lucia di Lammermoor” si è chiusa la stagione 2013 del Bellini.

“La prova generale – ha detto Bianco, che è anche, come sindaco, presidente del Teatro – è stata un grande successo. Ora però la mancanza di una guida rischia di creare problemi alla nuova stagione: occorre dunque che tutti facciano finalmente la propria parte per il bene del Massimo, come hanno fatto fino adesso i lavoratori, che tra grandi difficoltà hanno garantito la qualità artistica di concerti e spettacoli”.

Tra i problemi immediati del teatro, la mancata presentazione del bilancio di previsione 2013 da una parte e dall’altra l’adozione di provvedimenti che provocherebbero la cessazione della collaborazione di figure strategiche per mandare avanti il teatro.

“Si deve comprendere – ha affermato Bianco – che il Bellini è uno dei beni più preziosi che Catania possiede e rappresenta il nostro orgoglio, la nostra identità, la nostra stessa storia. La reputazione del Teatro Massimo è già stata messa a dura prova in questi mesi, adesso bisogna che cominciamo tutti a remare nella stessa direzione e risolleviamo il teatro”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.