CulturaPrimo Piano

Teatri di Pietra Sicilia festeggia dieci anni

Teatri di Pietra Sicilia compie dieci anni. Parte oggi, giovedì 24 luglio la rete culturale per la valorizzazione dei teatri antichi e dei siti monumentali attraverso lo spettacolo dal vivo che coinvolge i siti archeologici e le aree monumentali quest’anno in cinque regioni d’Italia:  dalla Toscana alla Sicilia, con più di cento appuntamenti per una programmazione dedicata al teatro classico, alla danza, alla musica, alla storia e alla Sicilia. La rassegna, ideata da Teatri di Pietra Sicilia e Capua Antica Festival e diretta da Aurelio Gatti, quest’anno è promossa direttamente dai Comuni coinvolti con il sostegno dall’Associazione Teatri di Pietra Sicilia e Capua Antica Festival, in collaborazione con numerosi enti e organismi culturali di pregio come la Fondazione Whitaker e il FAI di Agrigento.

Tra teatro, danza, musica e nuovi linguaggi, sono circa 11 produzioni che si alterneranno nei dodici siti di sette province siciliane fino al 29 agosto:

–          nel trapanese il Tempio di Hera a Selinunte Castelvetrano, l’Area archeologica Isola di Mothia a Marsala,  l’Ex Stabilimento Florio a Favignana e il Castello di Castellammare del Golfo;

–          nell’agrigentino l’Area archeologica di Eraclea Minoa a Cattolica Eraclea e il Giardino della Kolymbetra di Agrigento;

–          nel ragusano il Parco archeologico Kaucana a Santa Croce Camerina e la Cava di Pietra Franco a Modica; 

–          l’Area archeologica Vassallaggi a San Cataldo (Cl);

–          il Teatro Antico di Morgantina ad Aidone (En);

–          il Teatro Antico Jaitas di San Cipirello (Pa);

–          il Teatro Antico Akrai a Palazzolo Acreide (Sr)

 

Anche quest’anno Teatri di Pietra da vita a  un percorso di arte e cultura che privilegia lo straordinario patrimonio storico e artistico siciliano e al contempo offre una concreta opportunità di sviluppo socio-culturale e crescita dei territori coinvolti, mirando all’obiettivo principale di accrescere e sviluppare la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio storico e paesaggistico della Sicilia attraverso lo spettacolo dal vivo si promuovono, senza invaderle, aree straordinarie  che si offrono ad una fruizione più ampia, coinvolgendo un pubblico diversificato e più vasto. Le diversità della proposta artistica, la presenza di compagnie rappresentative la migliore produzione nazionale, la presenza significativa di artisti siciliani accanto a figure di rilievo della scena nazionale, nonché un “fare rete” delle Amministrazioni coinvolte, ha permesso di costruire un programma di ampio respiro .

La ricorrenza di Teatri di Pietra Sicilia, che dal 2005 si propone puntualmente ogni anno nonostante le difficoltà, fa di questa manifestazione un appuntamento “atteso” , testimonianza di un progetto che aggrega e cresce intorno a un’idea  innovativa di valorizzazione e sviluppo sostenibile dei territori. Una nuova edizione quindi, resa possibile grazie all’impegno delle Amministrazioni coinvolte che  attraverso Teatri di Pietra ribadiscono, seppure con molte difficoltà, la volontà a operare un diverso modo di fare “turismo/cultura e sviluppo” privilegiando progettualità che concretamente dialoghino con il territorio, le cittadinanze e le identità che queste esprimono. Un progetto che anche in un momento di grande difficoltà per la Regione e il Paese, riesce a esprimere la volontà e la determinazione a fare della cultura e del patrimonio la risorsa principale di sviluppo delle cittadinanze coinvolte.

La programmazione siciliana partirà quest’anno il 24 luglio dal Teatro Antico di Morgantina, ad Aidone (En) con “Pulcinella e l’imperatore”  uno  spettacolo di teatro-danza, prodotto da Mda produzioni danza, da Svetonio, Virgilio e Strabone curato nella drammaturgia da Sebastiano Tringali, con i danzatori Carlotta Bruni, Monica Camilloni, Rosa Merlino, e gli attori Gabriella Cassarino, Tiziana D’Angelo, Gipeto e Mario Brancaccio, firmato nella regia e coreografie da Aurelio Gatti, musica originale di Marcello Fiorini e della tradizione popolare.

Il calendario di Teatri di Pietra Sicilia proseguirà con la prima nazionale di “Melodia Primordiale” di  e con  Paola Pace e Sergio Calì (dal 29 luglio); la prima regionale di “Eneide” con Viviana Altieri , Nadia Kibout e Giulia Innocenti (dal 30 luglio); “Fedra Random” di Elisa Di Dio e Filippa Ilardo, con Elisa Di Dio, Nadia Trovato e Sergio Beercock (dal 3 agosto); “Infinito Giacomo” con Giuseppe Pambieri (dal 5 agosto); la prima regionale di “Cercasi idea, disperatamente!” con   Antonella Piccolo, Enzo Casertano, Chiara Cavalieri e Debora Caprioglio (dal 5 agosto); “Argonauti” con Carlotta Bruni, Benedetta Capanna, Stefano Fardelli , Rosa Merlino, Gipeto, Cinzia Maccagnano (dal 5 agosto); la prima regioanle di “Atlantide” con Manuela Bianchini (dal 12 agosto); la prima nazionale di “Kairos” con Gipeto , Carlotta Bruni, Rosa Merlino e il canto di Miriam Palma (dal 13 agosto);  “Elena” con Mariangela D’Abbraccio (dal 14 agosto); “Babilonia” con  Marcello Fiorini, Carlotta Bruni, Monica Camilloni e Rosa Merlino (dal 17 agosto).

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.