Primo Piano

Superstrada di Gela, ancora nessuna notizia dalla Regione. La Filca Cisl: “Rischia di diventare un’altra opera incompiuta”

autostrada_siracusa_gela

Una situazione di stallo e nessun segnale positivo da parte della Regione Sicilia sullo stato dei lavori di ammodernamento e sistemazione della Strada Statale 117 Centrale Sicula, che dovrebbe collegare Santo Stefano di Camastra a Gela. Dallo scorso 21 dicembre, a causa delle vicende giudiziarie che hanno portato al commissariamento della Tecnis Spa e alla cassa integrazione straordinaria per un anno dei 90 lavoratori, sono fermi i lavori nel cantiere del lotto B4/a. Senza dimenticare il cantiere del lotto B/2 fermo da quattro anni a seguito della decisione dell’Anas di rescindere il contratto con la Saicam. La Superstrada Nord-Sud negli anni ha subito, dal Governo Crocetta, un riduzione del finanziamento di 250,9 milioni di euro

“Sono passati 18 mesi dalla pubblicazione del nuovo bando di gara relativo al lotto B2 – sottolinea il segretario provinciale della Filca Cisl Messina, Giuseppe Famiano un bando da 72 milioni di euro sul quale c’è il silenzio assoluto. Siamo di fronte ad una classe politica che non vuole ammettere la propria incapacità nel prendere decisioni forti e giuste per la collettività – aggiunge Famiano – al Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta chiediamo risposte concrete in termini occupazionali per i tantissimi lavoratori disoccupati su cui grava maggiormente il peso della crisi del comparto edile e misure immediate ed incisive per la riapertura dei cantieri. Il completamento della strada statale 117 Centrale Sicula rappresenta un volano per lo sviluppo economico per tutti i territori interessati”.

Tags
Moltra altro

Panasci

Giornalista editore e musicista. Da 20 anni anche produttore

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.