Cinema-Teatro-Musica

‘Suona francese’: un atelier franco-italiano d’interpretazione e di creazione

Logo

Lunedì 15 aprile 2013 il Conservatorio di Milano “Giuseppe Verdi” incontra il Conservatorio Superiore di danza e Musica di Parigi

Il progetto prevede la formazione di un ensemble di alto profilo formato da tre strumentisti francesi (pianoforte, percussioni, violoncello) e tre italiani (flauto, clarinetto, violino) per l’esecuzione di un programma da concerto di musica del secondo Novecento e contemporanea. Il programma propone due capolavori scritti negli anni ‘80 (Dérive I di Pierre Boulez e Arpège di Franco Donatoni), divenuti ormai opere-simbolo della musica francese e italiana per ensemble.

Vengono significativamente proposte, inoltre, le prime esecuzioni dei brani di due giovani compositori, rappresentanti delle classi di Composizione del Conservatorio di Milano e di Parigi. Mauro Bonifacio, responsabile del Laboratorio di musica contemporanea del Conservatorio di Milano, dirige l’ensemble e coordina il progetto musicale.

Ensemble PARIGI-MILANO:
Francesco Tomezzoli – flauto e ottavino
Paolo Casiraghi – clarinetto e clarinetto basso
Antoine Alerini – pianoforte
Rémi Durupt – percussioni
Aldo Cicchini – violino
Marie Ythier – violoncello
Mauro Bonifacio – direttore

Il festival Suona francese è organizzato e promosso dall’Ambasciata di Francia in Italia e l’Institut français Italia, con il sostegno dell’Institut français, della Fondazione Nuovi Mecenati, della Sacem, del Ministère de la Culture et de la Communication e del Ministero dell’Istruzione e della Ricerca – Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.