Cinema-Teatro-Musica

Successo di Gigi Proietti a ‘Castello a Mare’

L’attore Gigi Proietti

Ieri sera (lunedì 3 settembre)- dopo il rinvio a causa del maltempo – si è svolto l’ultimo appuntamento con la musica e lo spettacolo della rassegna del complesso monumentale “Castello a mare” di Palermo.

A calcare le luci della ribalta sono stati, l’orchestra sinfonica siciliana e il mattatore romano, Gigi Proietti, intervistato recentemente da Il Moderatore.it.

L’unione di queste due risorse artistiche non ha fatto altro che confermare la ricchezza del nostro patrimonio culturale e quanto detto dal direttore musicale Michelangelo Galeati in una breve premessa introduttiva di apertura spettacolo, in cui lo stesso ha sottolineato l’importanza della difesa dell’ orchestra e del suo capitale umano artistico come espressione dell’ identità siciliana. Protagonista indiscussa della serata è stata la fiaba musicale del compositore russo Sergej Sergeevic Prokofiev, ed il suo narratore d’eccezione, il re grammelot che ha divertito e coinvolto il pubblico presente attraverso la sua personalità istrionica.

Proietti con grande simpatia ha introdotto l’orchestra e i suoi strumenti, interpreti dei personaggi: l’uccellino rappresentato dal flauto, l’anitra dall’oboe, il gatto dal clarinetto, il nonno dal fagotto, il lupo da tre corni, i cacciatori rappresentati dai legni, lo sparo dei fucili dai timpani, e Pierino, protagonista principale da tutti gli archi dell’orchestra violini, viole, violoncelli e contrabbassi. Ogni strumento sposa la personalità dei singoli personaggi. La musica descrive le dinamiche della storia dai toni beffardi che si plasma in un’opera corale a pieno titolo.

A fare da contorno alla piecè, sono state alcune interpretazioni di repertorio, da Toto, Gastone, il Vecchio fino ad arrivare al cantante da bistrot francese, personaggi nel pieno stile romanesco, che lo confermano come di consueto un autentito intrattenitore. Per non tradire il tema della serata Proietti si è cimentato in canzoni e fiabe, reinterpretate dissacrando i classici come Pinocchio, Cenerentola, reiventati in un nuovo adattamento dai risvolti esilaranti.

Francesca Del Grosso

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.