Scuola & Università

Sanità, via libera alle nuove ricette

Farmaci generici (fonte Internet)

Rivoluzione nel settore medico e farmacologico italiano: via le prescrizioni di medicinali di marca, largo ai farmaci generici. Questo è in sintesi l’aspetto più importante della regolamentazione sui farmaci prevista dal decreto sulla spending rewiev appena entrata in vigore. Con la pubblicazione della norma sulla Gazzetta Ufficiale, i medici sono obbligati a indicare il principio attivo dei medicinali piuttosto che il nome, salvo alcune eccezioni che devono essere comunque motivate con una nota specifica indicando le ragioni della “non sostituibilità”.

Altro caso particolare riguarda i pazienti cronici che seguono già una terapia per cui il passaggio da un prodotto ad un altro potrebbe causare inconvenienti. In questi casi, le farmacie sono tenute a fornire il medicinale specifico riportato sulla ricetta.

Le disposizioni per i farmacisti riguardano l’obbligo di fornire il farmaco meno costoso, a meno che il cliente non faccia espressa richiesta di un prodotto specifico pagando la differenza dovuta. Il decreto chiarisce inoltre che, in attesa dell’adeguamento alle nuove norme dei sistemi informatici per la compilazione della ricetta online, i medici potranno prescrivere le ricette manualmente, in maniera parziale o totale, in funzione del tipo di software di cui dispongono. Si stima un’attesa di due mesi per la conformazione del nuovo sistema informatico.

Marco Cirincione

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.