Cinema-Teatro-Musica

Spot nazionale contro la pedofilia girato a Catania

Foto ufficio stampa

“Aiutare i bambini è un atto di fede: non ignorarli”: questo il monito contenuto nello spot contro la pedofilia presentato in anteprima nazionale a palazzo degli elefanti dal sindaco Raffaele Stancanelli e da Don Fortunato di Noto, presidente dell’associazione Meter. Sono intervenuti il regista Daniele Gangemi, la piccola Aurora Guido protagonista dello spot, la scenografa Andrea Salomon con la produzione, il dirigente della Polizia Postale di Catania Marcello La Bella, il vicequestore aggiunto Angelica Riso, il capitano dei Carabinieri Francesco Falcone.

“Ringrazio don Fortunato di Noto – ha detto il sindaco Raffaele Stancanelli – perché ha voluto che partisse proprio da Catania, con uno spot di forte impatto emotivo e di eccezionale fattura, un percorso virtuoso di prevenzione in difesa e a favore dei bambini. Catania fra l’altro – ha aggiunto Stancanelli – ha la fortuna di avere un’ autorità nella lotta alla pedofilia come il vice questore Marcello La Bella, e dispone di un ufficio comunale come la Film Commission che offre servizi e assistenza alle produzioni audiovisive”.

“Mi emoziona lanciare dalla città di Catania prima ancora che dal Vaticano, – ha affermato don Di Noto –la XVII giornata dei bambini vittime della violenza, divenuta un appuntamento internazionale, e il particolare percorso di informazione che attraverso lo spot e la partecipazione di tanti giovani artisti, che hanno colto i sogni di Meter, potrà servire a prevenire, a evitare, gli abusi nei confronti dei bambini”.

Il regista Daniele Gangemi ha voluto sottolineare come in un periodo di crisi tanti “artigiani del cinema catanese” non abbiano esitato a prestare la propria opera gratuitamente a favore dei bambini e di un modello di solidarietà “da esportare anche fuori Catania”.
Lo spot è stato realizzato da artisti catanesi che si sono uniti per appoggiare Padre Fortunato di Noto nella sua campagna contro la pedofilia, in occasione della XVII giornata dei bambini vittime della violenza, dello sfruttamento e della indifferenza contro la pedofilia, che sarà celebrata dal 25 aprile al 5 maggio.

Il filmato è girato a Catania con la collaborazione della Film Commission del Comune. L’attrice protagonista è Fioretta Mari. Interpreta la donna amorevole che accoglie sotto il suo manto protettivo la piccola Aurora all’interno della chiesa dove la bimba, inseguita per strada da uno sconosciuto, cerca e trova rifugio.

Location d’eccezione sono piazza Carlo Alberto e la Chiesa della Madonna del Carmine. Due le versioni previste, da 30 e 90 secondi, che saranno utilizzate come spot televisivo e materiale divulgativo per le scuole.

Nel cast di giovani talenti, oltre al regista Daniele Gangemi (migliore opera prima al World Fest di Houston-USA con “Una notte blu cobalto”) e alla scenografa Andrea Salomon (David di Donatello 2007 per “Nuovomondo” di Crialese), il direttore di fotografia Giuseppe Consales (candidato ai David di Donatello 2010 per il cortometraggio “Salvatore”), il compositore Michele Catania, la sceneggiatrice Veronica Succi, impegnata anche con un lungometraggio sulla tematica della pedofilia, la costumista Emanuela Falletta. Il montaggio è dello Studio Nois di Acireale, vincitore del Festival di Roma per il documentario “La Baia dei lupi”.

La casa di produzione Efesto Film, di recente costituzione, riunisce giovani cineasti siciliani nella realizzazione di documentari e prodotti audiovisivi culturali e sociali.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.