Politica

Spallitta: “Presentato odg per liberare piazze del centro storico da auto”

Nadia Spallitta. Foto Internet

“Il Consiglio comunale di Palermo ha approvato la proroga della norma transitoria del regolamento sull’occupazione di spazi pubblici, che consente per altri sei mesi il mantenimento di circa 60 gazebo, collocati per lo piu’ su sede stradale – e quindi per lo piu’ in violazione del codice della strada-, che senza la proroga avrebbero dovuto essere dismessi’’.

Lo dice il Vice Presidente Vicario del Consiglio comunale di Palermo, Nadia Spallitta. “Pur comprendendo le ragioni dell’economia locale, soprattutto in un momento di crisi, che attanaglia la nostra citta’, e quindi la finalita’ di questa proroga, ritengo, che rimanga prioritaria la necessita’ di individuare delle regole certe uguali per tutti e che tutti debbano osservare (tanto piu’ se le norme sono poste a tutela della sicurezza e al decoro cittadino”.

“Ritengo, inoltre, – aggiunge -che l’osservanza delle norme garantisca la parita’ di trattamento e riduca i possibili casi di ‘concorrenza sleale’ tra quanti la legge hanno sempre rispettato e coloro, che, invece, in alcuni casi, anche per erronei comportamenti dei soggetti pubblici, le stesse regole hanno disatteso”.

“In sede di piano urbano generale del traffico- sottolinea – sicuramente, molte di queste problematiche legate all’uso della sede stradale, potranno essere superate prevedendo zone pedonali e una diversa definizione del flusso veicolare, superando cosi’ i problemi legati al decoro, alla sicurezza e alla circolazione”.

“Per questo motivo ho proposto all’aula un ordine del giorno, che e’ stato approvato, – conclude -, che almeno per il centro storico, e per le tante piazze oggi sedi per lo piu’ di parcheggi abusivi, introduca la pedonalizzazione anche provvisoria delle stesse, la possibilita’ di apporre tavolinetti, sedie e fioriere, consentendo agli operatori economici locali di svolgere la loro attivita’, offrendo ai turisti la possibilita’ di godere di luoghi e piazze piu’ decorose e confacenti ad una definizione di “Palermo citta’ della Cultura”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.