Esteri

Spagna: indagata per corruzione la figlia di Re Juan Carlos

Foto internet

Cristina di Spagna, 47 anni, secondogenita del re Juan Carlos, sarebbe indagata in un’ inchiesta di corruzione ed appropriazione di fondi pubblici. Principali accusati sono: il marito di Cristina, Inaki Urdangarin, ex campione di pallamano, e il suo socio in affari Diego Torres. I due, secondo la magistratura, avrebbero sottratto la bellezza di sei milioni di fondi pubblici.

Tra il 2004 e il 2006 la fondazione Noos, di cui era presidente Urdangarin, avrebbe organizzato eventi di carattere sportivo, giustificando i soldi pubblici ricevuti dallo Stato, con fatture false o gonfiate. Urdangarin si è attribuito ogni responsabilità a riguardo, scagionando la moglie. In realtà, come afferma lo stesso Torres, l’infanta “conosceva, protesse e favorì l’attività della fondazione”.

Dona Cristina Federica Victoria Antonia de la Santisima Trinidad de Borbon y Grecia, nome completo di Cristina, sta attualmente subendo molte pressioni dal padre affinché chieda il divorzio dal marito, evitando un “coinvolgimento reale”. Si dice che Cristina si sia rifiutata di obbedire al padre. Intanto, il 27 aprile dovrà presentarsi il tribunale per essere interrogata.

Attualmente, la Casa Reale si è rifiutata di esprimersi a riguardo. Si tratta decisamente di un fatto molto grave per la monarchia spagnola. Finora, infatti, mai nessun membro era stato coinvolto così a fondo in un’inchiesta della magistratura. Fatto talmente grave che potrebbe far vacillare il regno dell’anziano Juan Carlos, il quale per salvare la monarchia, sporcata dallo scandalo e già in crisi di consensi, potrebbe arrivare ad abdicare in favore del figlio Felipe.

Clara da Boit

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.