Sport

Sorrentino: “L’Inter si batte con la qualità. Rinnovo? Non c’è fretta”.

Stefano Sorrentino ha parlato in conferenza stampa,  prima dell’inizio della seduta pomeridiana.  Il capitano rosa ha iniziato parlando  della settimana in ritiro “Il ritiro è andato bene, sarà stato il posto e Zamparini che ci ha dato la serenità giusta. Io comunque, sono contrario ai ritiri. Nel match contro il Bologna siamo riusciti a vincere con il cuore ed anche con un po’ di fortuna. I rossoblu non mi sono sembrati così scarsi, hanno dei giocatori di qualità: le due squadre, comunque, si sono affrontate a viso aperto”.

Sul rinnovo:  “Quello che è stato scritto sul mio rinnovo non è assolutamente vero. Questa estate è stata rifiutata una proposta, in questo momento è giusto pensare ad altro, la mia priorità resta sempre il Palermo. Se poi la società deciderà altro, allora io farò le mie considerazioni. In programma non c’è nessun incontro, l’ultimo è stato questa estate: non c’è assolutamente l’ansia e la voglia di scappare. Gli anni avanzano ed è giusto che le società pensino a portieri più giovani. Io, comunque, mi sento mentalmente giovane: in futuro non vorrei fare la comparsa.

Rapporto con Zamparini?  “Qualcuno ha remato contro il sottoscritto, sono stato messo in discussione non per il lavoro sul campo ma per altro: c’è stato anche chi è andato a dire cose non vere sul mio conto al presidente. Con Zamparini c’è sempre stato un rapporto chiaro e se oggi sono qui devo ringraziare Iachini”.

In questa stagione il Palermo ha cambiato preparatore dei portieri.  Sicignano ha sostituito Paleari. L’opinione di Sorrentino: “Con Paleari ho fatto due anni e mezzo molto buoni, con Sicignano, con il quale c’è un’amicizia che ci lega, stiamo migliorando e crescendo, ma hanno due metodologie diverse di lavoro. Il cambio di preparatore, comunque, è una cosa stimolante”.

Sabato arriva l’Inter:  “Dopo Bologna adesso dobbiamo pensare all’Inter. Sarà una partita complicatissima, Mancini è uno degli allenatori più bravi in Europa ed ha tanti giocatori di qualità. Non sarà semplice, noi dovremo fare male con le nostre ripartenze: ci vorrà il migliore Palermo”

La Nazionale può essere uno stimolo in più per te: Forse i 36 anni non mi aiutano, ma sarebbe la ciliegina sulla torta per la mia carriera. Sarebbe un sogno, dovrò lavorare ancora per farmi trovare pronto: se arriverà ben venga”.

Rapporto con i tifosi: “Se per assurdo non dovessi trovare l’accordo non vorrei poi avere problemi con la piazza palermitana. Aspetto la chiamata, sono tranquillo e sereno perché ci sono tante prospettive. Palermo è una delle piazze più importanti del sud Italia ed io mi sento importante sia per la società che per la città. Sono fiducioso per il rinnovo, non passerei come il traditore di turno se le cose non dovessero andare bene

Nella top 11 d’Europa della settimana c’è anche Sorrentino: “Bello vedere il mio nome insieme a quello di Neymar”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.