PoliticaPrimo Piano

Sindaco: “Addio indennità”, ma la percepisce di nascosto

Giuseppe Dacquì, sindaco di Serradifalco (foto internet)

Il Sindaco di Serradifalco (CL), Giuseppe Dacquì, aveva annunciato di essersi tagliato l’indennità, ma all’insaputa della Giunta comunale ha continuato a percepirne la metà. Mentre i componenti della Giunta hanno continuato a non percepire lo stipendio lavorando gratis per due anni (dal 2010 a oggi), come previsto e annunciato, il Sindaco, invece, sottobanco, ha percepito il 50% di ciò che gli spettava mensilmente, per tutto il 2012.

Dopo che è venuta fuori la vicenda, lo stesso Dacquì ha ammesso pubblicamente, seppur commentando:  “Non ho commesso alcun atto illecito“.

La maggioranza non ha preso bene la notizia perché, sebbene non sussista l’illecito (era un’azione volontaria e a discrezione personale), gli accordi erano ben differenti.

Infatti, come stabilito dalla stessa Giunta al momento dell’insediamento del giugno 2010 e vista la situazione della tesoreria comunale in pesante negativo, gli assessori e il Sindaco avevano preso la libera decisione di appianare la  situazione delle casse pubbliche non percependo lo stipendio e consentendo così di risanarlo in parte (con un risparmio quantificabile in circa 190 mila euro).

Alcuni membri della stessa Giunta minacciano dimissioni, altri di passare al Gruppo misto. Il Sindaco ha chiarito: “Non ero obbligato a farlo, forse l’unico errore è stato non comunicarlo, ma non ho commesso alcun illecito”.

Ignazio Cusimano

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.