Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3
Home / Politica / Simbolo clonato, fiducia nel M5S, Nuti: “Non credo che ci saranno problemi”

Simbolo clonato, fiducia nel M5S, Nuti: “Non credo che ci saranno problemi”

Riccardo Nuti (foto internet)

Dopo le forti polemiche seguite alle presentazioni dei simboli delle liste per le prossime elezioni politiche, c’è fiducia nel Movimento 5 Stelle, che attende il parere definitivo del Viminale sulla legittimità della lista che ne ha clonato logo e simbolo. 

“Siamo in attesa di notizie dal ministero dell’Intern0 – dice Riccardo Nuti, portavoce dei grillini a Palermo e candidato alla Camera per la circoscrizione della Sicilia Occidentale – Ma mi sento di dire già da ora di essere sicuro che non ci saranno problemi e che non troveremo le due liste assieme. Il marchio del M5s è un marchio registrato e non può essere riprodotto in maniera così palese e credo che la logica suggerisca di non far presentare due liste con simboli praticamente identici”.

Nuti rivela inoltre che il M5s e i suoi attivisti non hanno studiato nessuna strategia per tamponare l’eventuale confusione che si verrebbe a creare nelle cabine elettorali, poiché si dicono assolutamente certi del fatto che il Viminale decida per l’esclusione della lista civetta.

Intanto in attesa dell’arrivo di Beppe Grillo a Palermo, il 1° febbraio, i grillini si stanno preparando per l’organizzazione della serata e stanno lavorando alle autorizzazioni e alla ricerca della piazza che ospiterà il leader genovese.  Sec0ndo Nuti, dall’ultima apparizione di Grillo che gremì sino all’inverosimile Piazza Magione, l’entusiasmo attorno al movimento non è affatto scemata.

“Basti pensare che per il Firma Day abbiamo ottenuto 6.500 firme in soli due weekend nella Sicilia Occidentale – spiega – E devo dire che il lavoro dei nostri deputati all’Ars sta pagando. Il Restitution Day ha fatto tanto clamore, visto che è quasi la prima volta che una promessa fatta in campagna elettorale viene mantenuta”.

Infine, Nuti vuole sottolineare la battaglia del M5s contro il messaggio lanciato verso il voto utile (definito testualmente “una grande cavolata”). “La gente deve capire che non deve votare noi per protesta – conclude – Ma perché noi abbiamo programmi e idee da mettere in pratica. La nostra è anche una battaglia di civiltà”.

Luca Mangogna

 

About Luca Mangogna

Luca Mangogna

Check Also

Disabilità: Stamperia Braille e Galilei consegneranno a ministro Fedeli Convenzione Onu in nero-braille

Disabilità: Stamperia Braille e Galilei consegneranno a ministro Fedeli Convenzione Onu in nero-braille ( di …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: