CronacaPrimo Piano

Siena, animalisti contro la mattanza delle volpi: “Fermate la strage!”

Dal primo aprile nella provincia di Siena partirà la caccia in tana delle volpi, una pratica antica, barbara e crudele che spesso porta i cani a sbranare i cuccioli di volpe rimasti nella tana. Gli animalisti sono fermamente convinti che “questa pratica debba essere assolutamente fermata, altrimenti sarà una strage di cuccioli.” L’assessorato alla Caccia e al Turismo è stato inondato di e-mail ed è scattata anche una raccolta firme da parte di alcuni personaggi della cultura e dello spettacolo. Inoltre c’è stata anche un’interrogazione in Regione Toscana da parte di Sel.
“Si sta per mettere in atto una barbarie – dicono dalla Lega Antivivisezione – una caccia feroce che porta i cani a sbranare i cuccioli di volpe che restano nelle tane dopo che la madre è scappata. Si configura anche il maltrattamento di animali.” Il WWF si è schierato apertamente contro “una pratica ingiustificata dal punto di vista scientifico, inaccettabile dal punto di vista etico, dannosa per la specie oggetto di prelievo e di disturbo per il resto della fauna selvatica per il periodo riproduttivo.”

 
Il 30 Marzo l’Ente Nazionale protezione animali organizzerà un presidio davanti la sede della Provincia di Siena: “La volpe svolge un ruolo biologico estremamente importante, nutrendosi tra l’altro di ratti, topi e altri piccoli animali – spiega l’Enpa – Nonostante questo, è costantemente cacciata nel nostro Paese attraverso campagne denigratorie prive di fondamento nei confronti del povero animale. In realtà la colpa delle volpi è quella di essere un ‘concorrente’ dei cacciatori, mettendo a rischio il loro divertimento nell’uccidere quegli animali semi-domestici e più confidenti. Tra l’altro il metodo scelto, ovvero l’uccisione con l’ausilio dei cani, è agghiacciante”
L’assessore alla Caccia della Provincia di Siena, Anna Maria Betti, rigetta al mittente le accuse: “La volpe è un predatore e danneggia la fauna, è tra i responsabili della diminuzione della piccola selvaggina stanziale, come il fagiano e la lepre. Lavoriamo per assicurare equilibrio tra le specie. In questo campo siamo ai vertici a livello nazionale. Mi hanno chiesto anche di sterilizzare le volpi. Bene, invito le centinaia di persone che hanno inviato mail di protesta a darci una mano. E comunque, chi ha a cuore la salute degli animali per favore non venga a dare lezioni alla Provincia di Siena.” Si meriterebbe infatti un’ovazione, data la circostanza. Il sindaco sarebbe potuto intervenire ma non c’è: a breve le elezioni dopo le dimissioni di Ceccuzzi.

D’altronde da una città che ancora pratica la lotta medievale armata tra le contrade non si può sperare in molto di meglio.

Francesco Agliata &  Simone Giuffrida

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

5 commenti

  1. Mi chiedo se è vero che vogliono farlo per un esubero , perchè allora non farlo anche sugli umani ? Anche noi abbiamo un esubero : ” DI DEFICENTI ” !!!! Fermate questa strage

  2. ho un grande desiderio vorrei poter mettere tutte queste persone al posto degli animali e poi dargli la caccia che meraviglia vederli aver paura correre e nascondersi non gli auguro la morte che loro danno a quella meraviglia che abbiamo sulla terra gli animali che impariamo a conoscere fin dall asilo ma gli auguro la paura IL TERRORE provare per credere!!! sapere cosa vuol dire abbandonare i figli per cercare di mettersi in salvo SIETE SOLO SPAZZATURA MA DI QUELLA PEGGIORE QUELLA CHE HA BISOGNO DI UN SITO PROTETTO PER ESSERE SMANTELLATA

  3. la fauna che danneggiano le volpi, o inutili uomini cacciatori, è quella che poi depredate voi. Evitate che un assessore alla caccia come quella che ha parlato nell’articolo sia confermata e non sia eletta più in qualsiasi posto. MALEDETTI, che non so cosa vi farei.

  4. per favore fate scomparire dal genere umano i cacciatori con tutta la loro inutile crudeltà, M A L E D E T T I, M A L E D E T T I

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.