CronacaPrimo Piano

Sicilia, tragedia a Belmonte Mezzagno: 26enne accoltella la famiglia

Un uomo di 26 anni è stato arrestato dai carabinieri per aver accoltellato l’intera famiglia. La tragedia è successa a Belmonte Mezzagno, in provincia di Palermo. Dopo una furiosa lite, Giovanni Bottino, questo il nome del ragazzo, ha aggredito con un coltello il padre di 52 anni, la madre di 42, il fratello di 25 e la sorella di 16.

I genitori sono stati ricoverati all’ospedale Policlinico di Palermo in prognosi riservata. Le condizioni più gravi appaiono quelle del fratello, ricoverato al Civico. La sorella, trasportata anche lei al Civico, è stata dimessa.

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri alla base della tragedia ci sarebbe una violenta lite scoppiata intorno all’una di notte. Pare che il ragazzo soffra di problemi psichici e, a causa del suo rifiuto di assumere dei farmaci, sembra che Bottino sia andato su tutte le furie aggredendo la famiglia. Il ragazzo si è dato poi alla fuga facendo perdere le proprie tracce, ma intorno alle 7 è stato bloccato dai carabinieri.

Adesso si trova in stato di arresto per tentato omicidio e lesioni gravi. Ritrovata anche l’arma del delitto, un grosso coltello da cucina, attualmente sotto sequestro per gli accertamenti del caso.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

2 commenti

  1. Le famiglie dei ragazzi che soffrono di problemi psichiatrici vengono lasciate sole, abbandonate… Poi quando succedono tragedie di questo tipo le istituzioni si fanno avanti. Dov’erano prima nel momento del bisogno? Vergogna!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.