PoliticaPrimo Piano

Sicilia, Sportelli multifunzionali: spiraglio per lavoratori

Palazzo dei Normanni, sede dell’Ars (Foto Internet)

L’Assemblea Regionale Siciliana ha approvato ieri sera, nel corso del dibattito su una mozione a firma M5S sugli sportelli polifunzionali, un emendamento presentato da Vincenzo Figuccia, vicecapogruppo del Partito dei Siciliani MpA.

L’emendamento, approvato nonostante il parere contrario espresso in Aula dall’Assessore Bonafede a nome del Governo, prevede che gli enti possano effettuare una rimodulazione delle attività, con l’utilizzo delle eventuali somme residue anche oltre il 30 settembre.

“E’ una normale prassi di buona amministrazione utilizzata ogni qualvolta sono in ballo fondi statali e/o nazionali – afferma Figuccia – che si programmino le attività in modo tale da poter utilizzare tutte le somme disponibili, da un lato evitando lo spreco di risorse che altrimenti andrebbero perse e dall’altro permettendo la prosecuzione dei servizi il più a lungo possibile.”

“Se il Governo inventasse scuse per non mettere in atto questa soluzione – conclude Figuccia – sarebbe del tutto inspiegabile sia sotto il profilo della buona amministrazione che sotto il profilo del rispetto degli oltre 1.500 lavoratori coinvolti in questa vicenda.”

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

4 commenti

  1. Siamo al 100% della Prima annualità, l’80% della seconda annualità e il 50% della terza annualità con il 40% degli enti che ha percepito il 30% della seconda anticipazione della terza annualità. Da questi dati si deduce che ne avranno per almeno un altro anno prima di chiudere il tutto. Di cosa stiamo parlando? Facile predicare con la pancia piena. In pratica dovremmo andare a lavorare sperando che chiudano i rendiconti e nel frattempo MORIRE! “Lu sceccu s’abitua a un mangiari, ma dopu murì”

  2. Certamente che si possono utilizzare le somme residue, il problema è che il fse essendo molto farraginoso non consente una celere chiusura dei rendiconti, per cui seguire questa strada significherebbe lavorare a gratis per almeno un altro anno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.