CronacaPrimo Piano

Sicilia, sequestrati beni per 800 milioni di euro

Ignazio Gibilaro, comandante della guardia di finanza nell’Isola,  ha incontrato  ieri la stampa nella sede del Comando regionale, in via Cavour, fornendo dati che lasciano riflettere su “come nell’Isola il contrasto alla criminalità organizzata di tipo mafioso è sempre una priorità”.

Solo nel 2014, in Sicilia, la guardia di finanza ha complessivamente sequestrato e confiscato alla mafia beni pari a quasi 800 milioni di euro. Sono 702 gli accertamenti patrimoniali eseguiti nell’anno appena trascorso nei confronti di 1880 persone e 356 società.

Altro settore particolarmente sensibile è quello della tutela del mercato di beni e servizi, ovvero del traffico di prodotti contraffatti. Nel 2014 sono stati sequestrati oltre 5 milioni di prodotti perchè contraffatti o perché violavano le norme in materia di copyright e sicurezza.

Settore dolente quello delle frodi ai danni dello stato.  Sono state 974 le persone denunciate nel corso dello scorso anno per reati tributari finalizzati a sottrarre risorse all’imposizione fiscale.

Non da meno i dati su una delle piaghe della nostra regione, quella del lavoro in nero. Grazie alla mission di presidio economico-finanziario messa in atto dal corpo nel 2014, sono risultati 1650 i lavoratori in nero, 590 quelli irregolari.

Nell’ultimo anno sarebbe inoltre aumentata la fiducia da parte dei cittadini nei confronti del corpo. Sono cresciute-commenta Gibilaro- le chiamate al 117 da parte dei cittadini per segnalazioni di valenza fiscale o in materia di criminalità organizzata. Il cittadino è più fiducioso, sensibile ma vive anche in un momento di maggiore crisi. Ciò lo porta a segnalare con più facilità ciò che prima vedeva come ‘furbate” ma che oggi non accetta più”.“

 Cristina Monti

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.