CulturaPrimo Piano

Sicilia, presentato al comune di Santa Flavia “Solunto in Scena”

Presentato al Comune di Santa Flavia  il cartellone della rassegna teatrale Solunto in scena che si terrà dal 20 Luglio al 10 Agosto 2014 nel Parco Archeologico di Solunto.

Una conferenza stampa alla presenza di Mauro Avogadro, Francesco Romengo, Rinaldo Clementi e Rosamaria Spena che cureranno la regia di opere presenti in cartellone, che hanno accolto la sfida su questo proposito: fare diventate Solunto il terzo polo della drammaturgia classica in Sicilia, dopo Siracusa e Segesta.

Intendiamo fare di Solunto in scena un appuntamento annuale, tale da ripotare in vita un sito archeologico da troppo tempo trascurato dall’Amministrazione Regionale, ha così esordito il Sindaco di Santa Flavia dott. Salvatore Sanfilippo, che ha puntualizzato anche che l’amministrazione comunale con questa iniziativa intende risvegliare la memoria, la memoria delle nostre radici, la memoria della civiltà dei  nostri padri, questo è l’ obiettivo legato anche ad una sfida di rilancio culturale del territorio.

L’Amministrazione Comunale di Santa Flavia, Ente Promotore di Solunto in scena, in collaborazione con l’Ente Parco Archeologico di Solunto diretto dalla  dott.ssa Lucrezia Fricano propone un cartellone di rappresentazioni teatrali ispirate alla drammaturgia classica elaborato dal  Comitato Tecnico-Artistico, composto da rappresentanti di: Comune di Santa Flavia,  Parco Archeologico di Solunto, Fondazione I.N.D.A. di Siracusa, Liceo Scientifico  “G. D’Alessandro” di Bagheria, Liceo Classico “F. Scaduto” di Bagheria, Istituto Tecnico Economico Statale  “Don L. Sturzo” di Bagheria, Istituto Comprensivo  “Karol Wojtila – Pontefice”  di Santa Flavia, Associazioni   Casa Teatro, L’Urlo e Controscena.

Del  comitato tecnico-artistico, fa parte perché ha pensato e creduto sin da subito in questa grande sfida, il dipendete comunale Filippo Zizzo, l’arch. Cettina Castelli, che sin dallo scorso anno, hanno coinvolto in una attività sperimentale – definita anno zero – il Preside del Liceo Classico Scaduto di Bagheria Prof. Mimmo Figà ed il Liceo Scientifico D’Alessandro di Bagheria nella persona del già Preside Prof. Gaetano Pagano  mettendo in scena le opere realizzate dagli allievi dei rispettivi laboratori teatrali: Alcesti di Euripide con la regia di Rinaldo Clementi e Antigone di Sofocle con la regia di Rosamaria Spena.

Fanno anche parte del comitato tecnico artistico la dott.ssa Lucrezia Fricano Direttore del Parco Archeologico e la Prof.ssa Giovanna Badalamenti Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Karol Wojtila – Pontefice” di Santa Flavia il cui contributo è visibile nel coinvolgimento della popolazione giovanile coinvolta nella prima fase del progetto “Solunto vive” che si concluderà nelle giornate del 31 maggio ed 1 giugno con momenti di animazione e visite guidate gratuite negli scavi archeologici.

Quindi, un comitato tecnico -artistico, composto da qualificate professionalità con specifiche competenze, che ha dato vita a questo progetto Solunto in scena che ha avuto anche importanti adesioni di prestigiosi partner tra cui: il Rotary Club di Bagheria e di Termini Imerese che partecipano anche con un contributo quale sostegno all’iniziativa, l’Associazione ITALIA NOSTRA– Associazione per la tutela del patrimonio storico, artistico e naturale della nazione presieduta dal Prof. Pietro Longo e l’Associazione Regionale  N.O.G.R.A. Nucleo Operativo Guardie Rurali, associazione di Sorveglianza e tutela del territorio, che presterà il servizio di sorveglianza – a tutela del parco archeologico – per tutte le manifestazioni.

Il direttore del Parco Archeologico di Solunto dott.ssa Lucrezia Fricano è molto soddisfatta della sinergia e della collaborazione e di tutta l’energia e l’entusiasmo che caratterizza il gruppo di lavoro promotore dell’iniziativa. “Solunto in scena” rappresenterà una grande occasione di offerta culturale per il territorio e una grande occasione per la riscoperta del sito archeologico.

Il Cartellone vede in calendario la messa in scena delle seguenti opere:

“Gli Alunni di Zeus” dell’autore Gaetano Balistreri; opera moderna pensata ed ambientata negli scavi archeologici della Cittadella di Solunto, sarà interpretata da Stefania Brandeburgo, Maurilio Leto e Dario Battaglia con la regia del maestro Mauro Avogadro; opera messa in scena nel 1991 al teatro Libero di Palermo che ha riscosso notevole successo di pubblico e di critica.

Verso Argo” – Drammatizzazione di Eva Cantarella con la regia di Manuele Gilberti;

“Le Baccanti” di Euripide con la regia di Alejandro Bucchelli;

che saranno messe in scena dagli attori  dell’Accademia d’Arte del Dramma Antico (A.D.D.A) dell’I.N.D.A. Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa

Lisistrata”, rivisitazione a due mani del testo originale di Aristofane di Rosamaria Spena e Enrica Volponi con la regia di Enrica Volponi che sarà messa in scena dagli attori dell’Associazione CASATEATRO.

I Cavalieri” tratta da Aristofane, Brecht, Jarry, elaborazione  e regia di Rinaldo Clementi, che sarà messa in scena dagli allievi del Laboratorio Teatrale del Liceo Classico F. Scaduto di Bagheria coordinato dalle prof.sse Gabriela Paredes e Olimpia Puleo,

Caligola, potere e follia di un imperatore”, testo tratto dal “Caligola” di Camus, con la regia di Francesco Romengo, che sarà messa in scena dagli allievi del Laboratorio Teatrale dell’I.T.E.S. Don L. Sturzo di Bagheria coordinato dalla prof.ssa Enza Gianporcaro

Cassandra o della verità” testi rivisitati e tratti da Omero, Eschilo, Primo Levi e B. Brecht regia di Rosamaria Spena, che sarà messa in scena dagli allievi del Laboratorio Teatrale del Liceo Scientifico G. D’Alessandro di Bagheria, coordinato dalla prof.ssa Giusy Lo Presti.

All’incontro è intervenuto il prof. Piero Longo che ha sottolineato la grandissima valenza dell’iniziativa, sia per la location degli scavi archeologici di Solunto ricchi di fascino e suggestione, sia per l’articolazione del cartellone delle opere che saranno messe in scena; queste vedono in primo luogo la valorizzazione delle intelligenze e professionalità del territorio. Inoltre, ha dichiarato il prof. Longo: l’iniziativa mira in alto e non vuole copiare altre realtà ma  si caratterizza fortemente per i contenuti e l’articolazione.

Mauro Avogadro ha manifestato grande entusiasmo per la partecipazione a questa iniziativa, sia per il fatto di curare la regia di “Gli Alunni di Zeus” di Gaetano Balistreri suo compagno di Accademia Silvio D’Amico di Roma, sia di poter lavorare con attori come la Stefania Blandeburgo palermitana doc e Maurilio Leto di origine bagherese, che hanno davvero esperienze importanti alle spalle e hanno riscontrato tanto successo sia in opere teatrali che in film e fiction televisivi e Dario Battaglia, ottimo allievo della scuola dell’INDA,  dove Avogadro insegna e ha curato per il cartellone 2014 la regia de “Le Vespe” di Aristofane.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.