Scuola & Università

Sicilia, prenotazioni delle visite specialistiche in farmacia

Da gennaio 2014 saranno inseriti 323 nuovi punti dove poter effettuare le prenotazioni alle prestazioni specialistiche ambulatoriali che sono erogate dalle strutture che operano su Palermo e provincie. Si tratta di semplici farmacie dove il personale sarà formato per svolgere tali compiti.

Il progetto prende il nome di FarmCup ed è stato ideato dall’Asp di Palermo insieme a Federfarma Palermo-Utifarma. Il servizio sarà attivo tutta la settimana dal lunedì alla domenica anche nelle ore notturne nelle farmacie di turno.

Il firmatario del servizio è Antonio Candela che ha spiegato le modalità di funzionamento a PalermoToday: “Attraverso un computer le farmacie che aderiranno all’iniziativa si collegheranno al Centro Unificato di Prenotazione dell’Asp potendo, così, effettuare tutte le operazioni che realizziamo nei nostri sportelli. L’accordo con Federfarma Palermo-Utifarma, che fa seguito a quello con 70 Comuni della provincia di Palermo, ci consente di capillarizzare ancor di più l’offerta sanitaria nei confronti degli utenti che avranno la possibilità di prenotare le visite specialistiche a pochi passi da casa ed anche nelle giornate di sabato o domenica. Gli utenti avranno, così, la possibilità di scegliere i nostri 20 uffici, le 323 postazioni delle farmacie o, in provincia, anche i 70 sportelli realizzati in collaborazione con le Amministrazioni comunali. La nostra rete conta, quindi, su 413 sportelli Cup, pari ad uno sportello ogni 3.400 assistiti. L’obiettivo è di facilitare e snellire l’accesso alle prestazioni offerte dall’Azienda”.

È previsto un momento di formazione da parte dell’Asp nei confronti del personale delle farmacie che sarà informato e formato sulle modalità di funzionamento per poter far fronte alle nuove attività che verranno svolte all’interno delle farmacieper garantire tutte le operazioni fin ora svolte dall’Azienda sanitaria. Nella maggior parte dei casi al cittadino sarà richiesto di essere in possesso della ricetta del medico di medicina generale, del pediatra o di uno specialista pubblico.

Per i rami di odontoiatria, psichiatria, ostetricia e ginecologia la prenotazione potrà avvenire anche senza ricetta del medico. Inoltre è richiesta l’eventuale esenzione ticket e la tessera sanitaria o il codice fiscale, da presentare sempre in farmacia al momento della prenotazione. Il ticket potrà essere pagato agli sportelli Asp o Lottomatica.

Ornella Caiolo

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.