CronacaPrimo Piano

Sicilia, operazione “Colpo di grazia”: 7 arresti a Caltanissetta

La Squadra Mobile di Caltanissetta ha condotto un’operazione, denominata “Colpo di grazia”, che ha portato all’arresto di sette esponenti di spicco della locale consorteria mafiosa. L’accusa è quella di estorsione aggravata per degli appalti aggiudicati a Caltanissetta e provincia. I fatti risalgono al periodo che va dal 1999 al 2004.

Sono stati raggiunti da ordinanze di custodie cautelari in carcere i nisseni Antonino Bracco, 55 anni; Angelo Palermo, 57; Giuseppe Rabbita, 44 anni; Armando Giuseppe D’Arma, gelese di 60 anni; Salvatore Dario Di Francesco, 54 anni di San Cataldo; Antonio Giovanni Maranto, 50 anni, originario di Polizzi Generosa e Giovanni Privitera, 58 anni di Santa Caterina Villarmosa.

L’indagine è stata condotta grazie anche alle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia Alberto Carlo Ferrauto, Pietro Riggio, Aldo Riggi, Francesco Ercole Iacona, inteso Ercolino Agesilao Mirisola, Salvatore Ferraro, Giuseppe Giovanni Lauri o, Ciro Vara e Antonino Giuffrè. Stando alle loro parole, gli appalti banditi dal Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale per la città di Caltanissetta passavano dalle mani di Dario Di Francesco, impiegato dell’Asi, compare di Vincenzo Arnone, noto boss di Serradifalco, arrestato nel 2003 nell’ambito dell’operazione “Bobcat – Itaca”.

Gli otto appalti riguardavano la realizzazione del depuratore all’ASI di Caltanissetta; il completamento della viabilità della zona ovest e della zona nord di c.da Calderaro; la realizzazione del museo archeologico di Santo Spirito e della chiesa di San Luca; la manutenzione straordinaria per la continuità e la sicurezza della provinciale 64 “di Serrafichera”- Stazione di Vallelunga; il rifacimento della via Paladini e dell’impianto fognario di Santa Barbara.

Le persone coinvolte nell’operazione imponevano le forniture di mezzi e materiali presso imprese favorite da Cosa nostra nissena, oltre al pagamento del pizzo.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.