Cultura

Sicilia, nuovo spazio espositivo per la statua dell’Auriga

Presentato nella sede di Banca Nuova il nuovo spazio espositivo che valorizza, in modo più incisivo, la statua dell’Auriga all’interno del museo Whitaker di Mozia (Marsala).

Il nuovo allestimento, realizzato grazie ad un contributo di 25mila euro da parte della Banca Nuova, apre le porte alla nuova stagione inaugurata dall’assessore Mariarita Sgarlata in materia di patto pubblico/privato per la cultura. Alcune anticipazioni del progetto, in fase di realizzazione, sono state presentate nel corso di una conferenza stampa dall’assessore Mariarita Sgarlata e da Marino Breganze, presidente di Banca Nuova, alla presenza del direttore generale di Banca Nuova, Umberto Seretti.

Il problema dell’ inadeguata collocazione della statua all’interno del percorso espositivo del Museo, era stato sollevato prima che la statua dell’Auriga, che un critico ha presentato agli americani come «un David Beckham vestito da Mariano Fortuny», rientrasse a Mozia, a metà gennaio di quest’anno, dopo un lungo periodo di assenza iniziato con la trasferta a Londra in occasione delle Olimpiadi 2012.

«Si realizza finalmente – ha affermato l’assessore – quanto avevo auspicato lo scorso anno: stiamo accogliendo l’auriga più degnamente dopo il suo lungo viaggio che ha avuto come ultima tappa Cleveland e lo stiamo restituendo alla fruizione dei visitatori in un cornice più adatta e consona al suo immenso valore». L’esposizione al Paul Getty Museum di Los Angeles ha consentito la realizzazione di una sofisticata base antisismica, la cui costruzione è stata parte dell’accordo siglato nel 2010, già presentata a gennaio nella sede dell’Assessorato da Jerry Podani, che ha curato il riposizionamento della statua nella nuova ala del Museo Whitaker.

Alla complessa opera di montaggio della base si associano interventi del Servizio Museografico del Dipartimento BB.CC. mirati ad assicurare all’Auriga il migliore stato di conservazione, in rapporto al microclima dell’isola. «Ancora una volta un impegno comune ha dato i suoi frutti e non sono stati necessari tempi lunghi – ha proseguito Mariarita Sgarlata – perché l’obiettivo, tra i tanti dell’Assessorati, è quello di aumentare i numeri degli interventi di mecenatismo in Sicilia, come dimostra la recentissima convenzione con l’associazione Amo l’Arte per il restauro di monumenti siciliani, presentata qualche giorno fa al Vinitaly. Sono diverse le sponsorizzazioni che negli anni sono state curate da Soprintendenze e Musei, ovviamente di piccola entità ma non nascondo le difficoltà di incentivare le raccolte fondi: la Sicilia, rispetto ad altre regioni ha molte meno aziende, grosse banche, fondazioni o privati che si mettono in gioco e ritengono che finanziare un evento culturale sia un efficace strumento di promozione della propria azienda o attività. E’ pur vero che la mentalità sta cambiando, ma le difficoltà sono oggettive e legate anche al tessuto economico della nostra isola. Per questo sono profondamente grata al presidente di Banca Nuova, Marino Breganze, che ha accolto con entusiasmo e liberalità la mia richiesta. In Sicilia, così come nel resto d’Italia, c’è una capillare diffusione del patrimonio artistico e quindi è difficile focalizzare una raccolta di fondi su una sola opera; eppure ci stiamo riuscendo, consapevoli che le sponsorizzazioni e il mecenatismo sono strumenti preziosi e irrinunciabili in un periodo di profonda crisi».

«Banca Nuova- ha proseguito il presidente Marino Breganze – ha sempre creduto che la crescita economica e sociale di un territorio debba necessariamente passare anche dalla valorizzazione della cultura. Per questo abbiamo contribuito, con la nostra sponsorizzazione, alla realizzazione di uno spazio espositivo adeguato all’importanza di quest’opera. La Sicilia può contare su un inestimabile patrimonio di beni artistici, frutto della commistione di culture che si sono susseguite nel tempo. La valorizzazione di tale patrimonio è pertanto una leva su cui puntare in maniera incisiva. Banca Nuova – ha concluso il presidente Breganze – ha sempre supportato le attività di questo assessorato, il cui esempio più significativo è stata la partnership nel 2004 in occasione dei festeggiamenti per i venticinque anni dei Beni culturali in Sicilia».

L’inaugurazione del nuovo spazio che assicura nuova luce all’Auriga è fissata per mercoledì 4 giugno (ore 11.30) al Museo Whitaker di Mozia.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.