Economia & LavoroPrimo Piano

Sicilia, nuove proteste operatori Formazione

“Il tempo scorre , si avvicina la chiusura delle attività della prima annualità dei corsi dell’Avviso 20/2011 e, in assenza di novità, non si intravvedono prospettive occupazionali per i lavoratori, che continuano a vivere senza retribuzioni a causa della paralisi dell’attività amministrativa della Regione. Per questo, nonostante i piccoli passi in avanti, non possiamo abbassare la guardia , torneremo a protestare”. Ad affermarlo è Giovanni Migliore Responsabile Formazione Cisl Scuola, al termine dell’incontro sulla vertenza della Formazione che si è tenuto ad Enna al quale hanno preso parte tutti i coordinatori provinciali della Formazione Professionale di Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola.

Giorno 22 maggio tutti i lavoratori delle tre filiere si daranno appuntamento davanti a tutte e nove le Prefetture della Sicilia chiedendo di essere ricevuti dai Prefetti per spiegare loro la situazione drammatica in cui gli operatori vivono. Giorno 27 maggio i lavoratori faranno un sit in presso i Centri per l’impiego dei capoluoghi isolani. Infine, giorno 4 giugno si tornerà a manifestare in piazza a Palermo.

Tra il 22 maggio ed il 4 giugno verranno organizzate inoltre altre azioni per ogni singolo territorio, secondo un calendario che i responsabili provinciali delle tre sigle predisporranno nei prossimi giorni. “Gli operatori di tutte e tre le filiere del settore (OIF, Sportelli Multifunzionali ed Interventi formativi) e le loro famiglie non possono andare avanti senza stipendio e nell’incertezza che ancora domina il settore. La macchina amministrativa è completamente bloccata e con questa i mandati di pagamenti per gli enti ribadiamo la richiesta di un intervento del Ministero della Coesione territoriale con una task force che gestisca il fondo sociale europeo per la Formazione per accelerare le procedure” conclude Migliore.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.