CronacaPrimo Piano

Sicilia, Maria Falcone: “Sconcerto e biasimo per le parole di Lucia Riina”

È di ieri la notizia dell’intervista rilasciata dalla figlia del Capo dei capi, Lucia Riina, alla televisione svizzera durante la quale si è detta “dispiaciuta per vittime di mafia ma onorata del mio cognome”. Le polemiche ovviamente non sono mancate e le prime reazioni non si sono fatte attendere.

Maria Falcone, sorella del giudice assassinato dalla mafia nella strage di Capaci, ha provato “sconcerto e biasimo per le dichiarazioni di Lucia Riina”. «Pur rispettando il suo ruolo di figlia e consapevole che le colpe dei padri non possano per nessuna ragione ricadere sui figli – spiega -, non accetto che una donna cattolica praticante, come lei sottolinea più volte nell’intervista, non prenda le distanze da un padre assassino. Riina è un padre che ha provocato lacrime e dolore disumano alle tante famiglie delle vittime colpite dalla sua efferata violenza e ferocia. Sarebbe stato meglio, per etica, moralità e discrezione verso gli italiani, non sbandierare il proprio onore di portare un cognome tanto scomodo e relegare al proprio privato i sentimenti che si nutrono verso un genitore».

Il presidente della fondazione Giovanni e Francesca Falcone commenta la scelta della televisione svizzera di intervistare Lucia Riina: «È altrettanto grave che per facile audience una tv svizzera si interessi alla figlia di un boss italiano raccogliendo le sue opinioni su fatti tanto drammatici per la storia del nostro Paese e per le famiglie dei martiri colpiti dalle azioni mafiose ordite dal boss Salvatore Riina».

Anche i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili criticano duramente le parole di Lucia: «La figlia di Riina la sua favoletta di brava figlia che ama quell’assassino di suo padre, ma che gli dispiace tanto per le vittime di mafia la vada a raccontare a qualcun altro – dichiara Giovanna Maggiani Chelli, presidente dell’associazione. La smetta di rilasciare interviste a tanto il chilo, suo padre non ha ucciso qualcuno durante un raptus, ma ha macellato e fatto macellare scientificamente centinaia di poveri cristi che si sono trovati anche solo sulla sua strada come i nostri figli. Inorridisca una buona volta Lucia Riina davanti a tanto sangue innocente versato perché quelle come lei potessero fare la bella vita»

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.