Economia & LavoroPrimo Piano

Sicilia, “Il contrasto alla contraffazione”: convegno a Catania

Venerdì 29 novembre 2013 ore 10.00 presso Palazzo Platamone , via Vittorio Emanuele II 121  si terrà il convegno: “Il contrasto alla contraffazione e le proposte dal territorio”, realizzato dall’ANCI e dal Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale per la lotta alla contraffazione – in collaborazione con il Comune di Catania e l’Assessorato Regionale delle Risorse Agricole e Alimentari.

Questo importante appuntamento sarà l’occasione per un incontro tra le Istituzioni e le Forze dell’ordine, per un confronto su un fenomeno che incide sullo sviluppo economico e sociale del nostro Paese, con particolare attenzione alla contraffazione agroalimentare, che è in crescita e che attira sempre più l’attenzione delle mafie.

Basti pensare che lo scorso anno, un rapporto della Confederazione Italiana degli agricoltori e della Fondazione Humus aveva stimato sui 50 miliardi di Euro I ricavi delle mafie nel settore primario di cui circa 4 miliardi I fondi convogliati al settore in Sicilia.

Per non parlare dei beni sequestrati che ammonterebbero a circa 470 milioni di Euro di cui 147 milioni nel settore della ristorazione e 74 nel settore delle farine, pasta e pane.

Per questo sono necessarie fondamentali azioni complesse di prevenzione e di contrasto, proprio a partire dai territori, con la collaborazione dei Comuni, con I quali peraltro l’Assessorato alle Risorse Agricole e Alimetari sta avviando, attraverso l’ANCI, la sottoscrizione di un protocollo di intesa volto alla promozione della cultura della legalità e delle attività sociali nonchè ad attività di contrasto ed investigative realizzate dalle Forze delle polizie Municipali .

“E’ indispensabile un rafforzamento degli strumenti di intelligence e controllo da parte della Regione Siciliana – afferma Dario Cartabellotta – per meglio rispondere alle esigenze di maggiore trasparenza e per ristabilire una relazione fiduciaria tra chi produce e chi consuma. A tal fine – prosegue Cartabellotta – di concerto con l’Assessorato al Territorio e Ambiente, abbiamo istituito, il Nucleo Operativo Regionale del Corpo Forestale per la Sicurezza Agroalimentare (N.O.R.A.S.).

Il suddetto nucleo avrà il compito di rafforzare I controlli sui prdotti a partire dalle grandi aree portuali e mercantili , segnalando alle autorità competenti le violazioni accertate alla normativa in materia di contrasto alla contraffazione dei prodotti agroalimentari, per garantire la sicurezza e la salute dei consumatori e delle imprese”.

Un altro provvedimento importante al riguardo è stato approvato pochi giorni fa dall’Assemblea Regionale Siciliana che ha approvato il disegno di legge “Born in Sicily”, proposto dall’Assessore alle Risorse Agricole e Alimentari, volto alla tutela e salvaguardia delle migliori produzioni siciliane di qualità: vini, oli, frutta, ortaggi, formaggi, cereali e carni che sono ancorate ad una biodiversità differenziata e non omologata.

Con questa norma l’assessorato alle Risorse Agricole e Alimentari rafforzerà l’attività che consente di salvaguardare le risorse genetiche e tracciare la qualità per renderla riconoscibile e difenderla dalla concorrenza sleale di prodotti scadenti e dall’agropirateria.

La Regione in tal modo, come citato all’articolo 12 della suddetta legge, tutelerà gli interessi leggittimi derivanti dall’attuazione della presente legge in tutte le sedi nazionali e internazionali.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.