Economia & LavoroPrimo Piano

Sicilia, Green Energy: “Quanto consuma casa mia”, come evitare gli sprechi

Questa mattina presso la sede della Regione Siciliana di via Magliocco 46 si è svolto il seminario dal titolo “Quanto consuma casa mia” organizzato dal Polo Fotovoltaico della Sicilia e dalla rete degli Ecosportelli di Legambiente Sicilia. Un’intera mattinata in cui tecnici, ingeneri, architetti hanno discusso sulle soluzioni concrete da intraprendere per avviare delle politiche di “Green Energy”.

“Abbiamo condizioni climatiche favorevoli in Sicilia per ridurre i consumi energetici. Occorre intervenire sul patrimonio edilizio, sulle nostre case, sugli edifici che sono dei colabrodi, dobbiamo sfruttare le detrazioni fiscali esistenti, bisogna solarizzare i tetti con impianti fotovoltaici, intervenire sugli elettrodomestici in modo da ridurre il consumo energetico delle famiglie e del nostro paese”, ecco come si esprime Tommaso Castronovo , Legambiente Sicilia in tema di risanamento edilizio ecosostenibile.

In riferimento al costo stratosferico del consumo annuale di energia elettrica della Regione Siciliana, quasi 200 mln di euro, Castronovo prosegue : “Da uno studio è emerso che se si intervenisse sul 35% del patrimonio edilizio pubblico ci sarebbe un risparmio sulle bollette energetiche nazionali di circa 450 milioni di euro all’ anno, creando anche 150 mila posti di lavoro. La regione deve concentrare l’attenzione sui propri uffici con semplici precauzioni, diminuendo ed evitando gli sprechi con piccoli gesti, come spegnere il riscaldamento nel periodo invernale quando non necessario e allo stesso modo il condizionatore nel periodo estivo e attraverso  dei contratti con dei gestori in grado di permettere tale risparmio”.

Sull’argomento si è espresso anche Mario Pagliaro, del Polo Fotovoltaico della Sicilia che da anni forma tecnici capaci di costruire edifici a basso consumo attraverso l’uso delle energie rinnovabili: “ La green energy conta molto per il risparmio delle famiglie e per l’ intero paese, pertanto è necessario formare i tecnici dell’edilizia , incentivando la ristrutturazione degli immobili per farne degli edifici a consumo quasi nullo”.

Francesca Del Grosso

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.