Spazio Libero

Sicilia, finanziaria. Excusatio non petita, accusatio manifesta…

Excusatio non petita, accusatio manifesta è una locuzione latina di origine medievale. La sua traduzione letterale è “Scusa non richiesta, accusa manifesta”, forma proverbiale in italiano insieme all’equivalente “Chi si scusa, si accusa”. Ma allora è proprio quello che è accaduto nella imminente chiusura stesurale della finanziaria 2014?

Il Presidente della Regione Crocetta, durante la conferenza stampa indetta a Palazzo d’Orlèans il 15 gennaio 2014 alle ore 17.00, anticipa la domanda che un giornalista del giornale di Sicilia, tal dr. Miceli, stava per proferire in merito all’inchiesta scatenatasi neppure 24ore addietro quando, interrompendolo sul più bello, da’ per scontato che “lui non c’entra nulla con l’avvio di questa inchiesta” nonostante il suo ghigno soddisfatto fosse molto piu’ eloquente!

Una meravigliosa formula antirimpasto? Con qual coraggio gli indagati, i deputati parlamentari siciliani annoverati oggi sulle pagine dei giornali, lascia intendere Crocetta, potranno mai chiedergli di sedersi prossimamente in Giunta accanto a lui?

Forse è proprio il momento giusto, nel pensiero crocettiano, per stoppare ogni entusiasmo evolutivo in merito, e per lanciare un forte segnale all’impero parlamentare romano nonché proprio alla Segreteria del PD nazionale renziana, che non ha dato lustri efficaci alla sua figura di Presidente, sempre a suo dire, lasciandolo solo in un momento difficile della politica siciliana…

Ora le fila della storia, naturalmente fallimentare e di mal costume di questa politica isolana, passa al vaglio della politica romana, più o meno dell’UDC di Dalìa più o meno di quella di Renzi, più o meno delle nuove forze di destra e …sì e allora di più o meno di Grillo? E i grillini scalpitanti appunto che cosa diranno? Che cosa faranno ancora?

Resta aperto l’enigma comportamentale ma una cosa esce vincente sul fronte finanziario “familiare”2014: viva le coppie di fatto e viva, tristemente, sempre di più i poveri!

Gabriella Cerdone

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.