Politica

Sicilia, esenzione Irap per imprese giovanili e femminili. “Assordante silenzio del Governo Crocetta”

L’on. Salvo Pogliese, vicepresidente dell’Assemblea regionale siciliana, ha presentato un’interrogazione urgente al Presidente della Regione e all’Assessore regionale dell’Economia in cui chiede chiarimenti sullo stato di attuazione della L. R. 11/2011, di cui Pogliese è stato proponente e primo firmatario, che prevede l’esenzione Irap quinquennale per le imprese giovanili e femminili in Sicilia, e che ad oggi non ha trovato attuazione nonostante possa costituire un utile strumento di supporto all’economia siciliana.

“La L.R. 11/2011 – spiega Pogliese – che prevede l’esenzione del pagamento dell’imposta regionale sulle attività produttive per le imprese giovanili e femminili, aventi sede legale nel territorio regionale, nei 5 anni successivi alla loro costituzione, può rappresentare un aiuto concreto per dar vita a nuove realtà imprenditoriali, andando a sostenere il sogno di tanti giovani siciliani di voler lavorare, e produrre, nella loro terra, arricchendo economicamente e socialmente la Sicilia.”.

“Questa legge è molto importante nel particolare momento di difficoltà economica che sta vivendo la nostra terra – continua il vicepresidente dell’Ars – con una crisi occupazionale senza precedenti che vede il tasso di disoccupazione al 21,6% e il tasso di disoccupazione giovanile vicino al 50%, e per questo motivo occorre che ad essa sia immediatamente data attuazione. Purtroppo nonostante il precedente Governo regionale avesse già nell’ottobre del 2011 avviato l’iter per dare applicazione alla legge, con le necessarie interlocuzioni tra l’Assessorato regionale dell’Economia e il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con il nuovo Governo Crocetta l’iter della L.R. 11/2011 si è impantanato e la legge ad oggi non può trovare ancora attuazione mancando l’essenziale Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.”.

“Il Governo regionale e l’Assessore all’Economia Bianchi – conclude Pogliese – rompano l’assordante silenzio attorno alla legge sull’esenzione Irap per le aziende giovanili e femminili, e si attivino concretamente, al di la dei soliti proclami, per sollecitare l’attuazione da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri del necessario D.P.C.M. per dare applicazione alla legge.”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.