Economia & LavoroPrimo Piano

Sicilia, edili e precari: manifestazioni al via

Ha preso il via stamani a Palermo la protesta di edili e precari siciliani, indetta da Filca Cisl, Feneal Uil e Fillea Cgil. I primi si stano concentrando in piazza XIII Vittime. Qui, dopo il sit-in davanti alla sede regionale dell’Ance, si sposteranno in via Cavour dove si terranno i comizi finali davanti alla sede della prefettura.

Sono attese almeno 1.500 persone a sostegno della mobilitazione nazionale per il rinnovo del contratto di lavoro. Con le federazioni degli edili sarà anche il segretario della Cisl Sicilia Maurizio Bernava, che alle 11,30 raggiungerà i precari che da piazza del Parlamento raggiungeranno nella tarda mattinata palazzo d’Orleans dove si svolgeranno i comizi conclusivi della loro manifestazione.

A organizzarla, Cisl Fp, Fp Cgil e Uil Fpl. Al momento, i precari di tutta la Sicilia stanno confluendo nella piazza antistante a Palazzo dei Normanni. Sono attese alcune migliaia di persone che assieme ai sindacati intendono denunciare che i contratti scadono a giorni e “non c’è ancora alcun avvio di discussione, in Aula, sul ddl che riguarda la vita di 24 mila persone”.

Le manifestazioni di oggi si collocano a cavallo tra gli Stati generali della Cisl Sicilia, conclusi mercoledì a Palermo dal leader nazionale Raffaele Bonanni, e la mobilitazione di Cgil Cisl Uil di domani, sabato 14 (“Cambiamo musica”), che vedrà lavoratori e musicisti assieme, a partire dalle 10, rivendicare modifiche alle leggi regionali e nazionali di Stabilità, provvedimenti per lo sviluppo e il lavoro, taglio di tasse, addizionali, rendite, clientele e sprechi.

A Palermo l’appuntamento è in piazza Politeama, a Catania in piazza Bellini. A Messina, dov’è previsto solo un sit-in, ci si vedrà in piazza Antonello. A Palermo si esibiranno le orchestre del teatro Massimo e della Foss, a Catania quella del Massimo Bellini.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.