PoliticaPrimo Piano

Sicilia. Crocetta “Proroga del Governo per 20.000 precari siciliani”

Rosario Crocetta. Foto Internet

Il Presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta ringrazia il Governo nazionale e il Presidente del Consiglio Enrico Letta, per l’approvazione del decreto che proroga fino al 31 dicembre il rapporto di lavoro dei precari siciliani.

La misura, che riguarda circa 20.000 lavoratori, consente di cominciare ad avviare un confronto con il Governo e le organizzazioni sindacali, per individuare soluzioni definitive per il problema del precariato che si trascina da oltre 25 anni.

La prossima settimana il presidente Crocetta incontrerà a Roma il Ministro Delrio, per cominciare ad individuare percorsi che portino alla soluzione definitiva del problema.

“Tempestiva e soddisfacente l’intesa raggiunta dal governo nazionale sulla proroga dei contratti dei lavoratori precari siciliani. Il Parlamento siciliano è pronto a fare la sua parte immediatamente”. Lo afferma il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, commentando l’accordo che proroga i contratti dei precari fino a fine anno.

“Prendiamo atto con soddisfazione che ministri e sottosegretari siciliani hanno affrontato con determinazione l’annosa questione, che non riguarda solo la nostra Isola. La vicenda dei precari dimostra che solo con l’unità e la coesione di intenti si possono affrontare situazioni che attengono alla vita di migliaia di famiglie”, aggiunge il presidente del’Ars.

“Auspico – conclude Ardizzone – che sin dalla prossima settimana si possa concretizzare un tavolo specifico con le organizzazioni sindacali e il ministero della Funzione Pubblica in grado, finalmente, di dare una duratura prospettiva ai tanti lavoratori siciliani”.

La Cisl condivide l’appello del presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, per un tavolo nazionale sui precari siciliani degli enti locali. Così il sindacato guidato in Sicilia da Maurizio Bernava, alla luce della specificità dell’Isola sul tema. “La proposta di un tavolo nazionale è da tempo la nostra proposta”, scrive la Cisl. Rimarcando che quella del precariato è “un’emergenza talmente straordinaria e tutta siciliana, che necessita fin da prossimi giorni di grande coesione e unità d’intenti tra governo e forze politiche e sociali”.

Anche perché, sottolinea il sindacato, “la proroga al 31 dicembre, dei contratti, è solo una temporanea boccata d’ossigeno”. La Cisl Sicilia rende noto che “nelle prossime ore impegnerà la propria confederazione nazionale e la federazione della Funzione pubblica (Fp), affinché la richiesta di un tavolo sia formalmente sostenuta dai vertici sindacali nazionali nei confronti del presidente del Consiglio e dei ministri competenti”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.