Cronaca

Sicilia, corsa in auto dopo le nozze: denunciati sposo e testimone

Quando si dice che il matrimonio prende una brutta piega! A Niscemi è accaduto un fatto tanto anomalo quanto reale. “E vissero felici e contenti” avrebbe detto qualcuno. Forse non in questo caso.

Dopo la celebrazione del rito nuziale lo sposo, preso dalla foga del momento, ha voluto festeggiare l’evento correndo all’impazzata lungo le strade di Niscemi con una autovettura, accompagnato dal testimone e da un bambino che il conducente della macchina teneva in braccio. I limiti della velocità diciamo che sono andati ben oltre la norma e l’autovettura è stata fermata da agenti del commissariato di Niscemi, bloccandoli in piazza Vittorio Emanuele che è la parte del centro storico dove vi è la presenza anche della zona pedonale.

Anche se i due avevano torto spacciato, infastiditi per essere stati fermati dalla polizia hanno pure contestato il gesto e con fare deciso e netto non volevano esibire i regolari documenti di identificazione. L’ostilità che compare e sposo hanno mostrato nei confronti delle forze dell’ordine è andata avanti per un po’ di tempo, anche quando a raggiungerli è stata la neo sposina accompagnata da un altra testimone. Il tentativo delle due donne di poter raggiungere la calma è stato invano. Proprio per questo motivo la dolce neo sposina, arrabbiata per il comportamento del marito, gli ha mollato un bel ceffone violento perché non era riuscito a  “comportarsi da uomo”. Arrivati in Commissariato lo sposo avrebbe pure inscenato un malore improvviso ed è stato inoltre segnalato per aver rifiutato di sottoporsi al test del tasso alcolemico. I poliziotti hanno denunciato alle autorità giudiziaria i due uomini presso la Procura di Caltagirone per i reati di resistenza, violenza, minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale.

Che meraviglioso inizio scoppiettante! Per la coppia di sposini quindi si è verificato il primo ostacolo del loro lungo cammino insieme! Chissà se varrà in questo caso la promessa de “nella buona e nella cattiva sorte, finché morte non ci separi”.

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.