Politica

Sicilia, Comitato Regionale dell’Mpa

Mpa. Foto Internet

La Sicilia ha bisogno di un forte e radicato Partito dei Siciliani.
Il progetto di uno Stato unitario, dove i cittadini e le diverse parti del Paese fossero posti in condizioni di uguaglianza delle opportunità, è sostanzialmente fallito.

Il Sud Italia, e la Sicilia in particolare, vivono una condizione di arretratezza economica e sociale frutto di scelte consapevoli delle classi dirigenti centrali.
La diffusione delle povertà, la disoccupazione dilagante, specie quella giovanile, l’emigrazione delle migliori risorse umane, le pesanti difficoltà delle piccole e medie imprese non sono il prodotto di una situazione sfortunata, bensì l’effetto di scelte che hanno portato a preferire lo sviluppo del Nord del Paese.

Lo Statuto autonomista è inapplicato e seriamente messo in discussione.
Solo un Partito con una forte identità territoriale può rappresentare un argine a tutto questo e una seria alternativa alla subordinazione di gran parte del ceto politico isolano ai poteri politici, finanziari e industriali centralisti.
Per questo scegliere di aderire al Partito dei Siciliani non può che rappresentare una scelta di campo militante e al tempo stesso una rottura con il tradizionale modello dei Partiti a motivazione clientelare. Un’adesione ideale incompatibile con interessi personali e carrieristici.

Le elezioni regionali, pur segnando un punto di arresto dell’esperienza di Governo autonomista e riformatore, hanno confermato la tenuta del nostro Partito e ne hanno garantito quindi la naturale evoluzione in un Partito militante a difesa degli interessi della Sicilia e del suo popolo.
Pur con i voti di una percentuale non maggioritaria degli elettori, lo schieramento del Presidente Crocetta ha vinto le elezioni. A questo schieramento spetta adesso governare.

Per quanto ci riguarda esprimeremo sempre il nostro giudizio nel merito delle questioni e sapremo manifestare in Assemblea Regionale l’apprezzamento per ogni iniziativa del Governo che si muova all’interno di un riformismo forte, che privilegi il merito, tagli i costi e la spesa e difenda l’autonomia regionale. La nostra collaborazione in questa direzione sarà incondizionata senza chiedere nulla in cambio. Nessuna trattativa, nessun posto di Governo o di sottogoverno, nessun inciucio. E tutto alla luce del sole e nella massima trasparenza.
Vogliamo compiere il percorso futuro insieme ai nostri alleati di Grande Sud e del Nuovo Polo per la Sicilia. Riteniamo infatti che l’esperienza unitaria delle elezioni debba servire a consolidare un fronte autonomista che raggiunga la massa critica tale da poter ambire a rappresentare in pochi anni la maggioranza del popolo siciliano.

Auspichiamo pertanto la prosecuzione del percorso unitario e l’avvio di un processo di unificazione che porti alla nascita di un moderno Partito sicilianista e meridionalista.
La nostra disponibilità da questo punto di vista è totale e senza riserve.
Lavoriamo alla costruzione di un Partito dei Siciliani che non appartenga ad altri che all’insieme dei suoi militanti. Per far questo dobbiamo aprire una grande stagione di democrazia e di confronto nella quale ogni organo dirigente venga eletto direttamente e dove le decisioni fondamentali vengano prese da tutti i militanti della zona corrispondente. Decidiamo con oggi la fine di ogni gestione commissariale che ha finora caratterizzato una parte della nostra storia e con essa anche la fine delle decisioni unanimistiche.

Per questo avviamo una Campagna Congressuale a democrazia diretta da realizzarsi interamente attraverso la rete. Un esperimento assolutamente inedito nel nostro Paese. Chi vorrà aderire al Partito dei Siciliani si iscriverà sul nostro sito, potrà candidarsi ad ogni carica dirigente e fare la propria campagna elettorale sempre sul web. Infine dal 20 al 22 dicembre tutti i militanti voteranno attraverso il sito con il proprio codice, con la garanzia di trasparenza e segretezza, eleggendo tutti gli organi dirigenti comunali, provinciali e regionali e assumendo le decisioni più significative.
L’obiettivo è quello di consegnare ai siciliani un partito democratico e moderno, che abbia la forza, la passione e la credibilità per condurre in porto l’impegno per l’autodeterminazione della Sicilia”.

Comunicato stampa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.