Politica

Sicilia, collegamenti marittimi. Fazio: “Irresponsabile la superficialità con la quale si muove l’Assessorato”

Dopo quella dell’Ustica Lines l’Assessorato Regionale alle Infrastrutture e trasporti consegna un’altra vicenda paradossale che pagheranno sulla loro pelle gli abitanti delle isole di Ustica, Lampedusa, Linosa e Pantelleria. Ben due bandi sono andati deserti senza che si sia presentata alcuna compagnia di navigazione per assicurare i collegamenti con la terraferma e tra le isole.

Il primo «Bando Pelagie» (che assicura le tratte: Palermo – Ustica; Trapani – Pantelleria; Porto Empedocle – Pelagie; Lampedusa – Linosa) è stato pubblicato il 12 Marzo 2015 con scadenza il 4 Maggio 2015 ed apertura dei plichi il 5 Maggio, senza che si sia presentato alcuna compagnia di navigazione. L’Assessorato ha così fatto ricorso ad una procedura negoziata, con invito inoltrato il 21 maggio e scadenza il 5 giugno, ma anche in questo caso non s’è presentato alcun concorrente.

«Appare di tutta evidenza – afferma l’on. Girolamo Fazio, capogruppo del Gruppo Misto – che qualcosa non funziona nella predisposizione dei bandi per i collegamenti marittimi. Potrebbe essere l’aspetto economico offerto, oppure le richieste operative avanzate alle compagnie di navigazione, non può comunque essere un caso, però, che si sia verificata l’ennesima anomalia. Il trasporto verso le isole minori è un settore delicato che dovrebbe assicurare la continuità territoriale con la terraferma determinando pari opportunità di mobilità a cittadini ed imprese. Un principio sacrosanto che questa Amministrazione Regionale non riesce a garantire e che vedrà un’inaccettabile carenza di collegamenti in piena stagione estiva, con grave nocumento, principalmente, per le imprese turistiche».

«Trovo irresponsabile – continua Fazio – la superficialità con la quale si muove l’Assessorato alle Infrastrutture e trasporti e mi riferisco sia alla parte politica, sia ai dirigenti e funzionari preposti. Inammissibile, inoltre, l’immobilismo di alcuni sindaci che accettano questa condizione che, più che in posizione di subalternità, li mette su un piano di condivisione di scelte che nei fatti si dimostrano errate e dannose per le comunità isolane».

«Già stamani – conclude Fazio – attiverò la Commissione trasporti, chiamerò i sindaci interessati e l’Assessorato infrastrutture per conoscere le iniziative che si intendono intraprendere per porre rimedio a questa ennesima assurda situazione di limitazione della mobilità dei cittadini siciliani e delle isole in particolare»

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.