Cinema-Teatro-Musica

Sicilia, Cocciante apre la V edizione di Porto d’Arte al Castello a Mare di Palermo

“Cocciante canta Cocciante” con l’ Ensamble Symphony Orchestra, diretta da Leonardo De Amicis, e la partecipazione dei protagonisti di “Giulietta e Romeo”, “Notre Dame de Paris” e “The Voice of Italy”: sarà questa l’apertura della V edizione di Porto d’Arte, la rassegna promossa dall’Autorità portuale di Palermo e organizzata da Terzo Millennio, con il patrocinio della Soprintendenza ai Beni culturali, ambientali di Palermo.

Il concerto sarà ospitato dal Complesso monumentale Castello a Mare di Palermo – la valorizzazione del sito è l’obiettivo dell’Autorità portuale – dove negli anni scorsi si sono esibiti grandi artisti come Sting, Roberto Bolle, Gigi Proietti, Uto Ughi, Franco Battiato, James Morrison.

Intanto si lavora per dar forma e consistenza all’intero cartellone tenendo, come sempre, conto dei differenti pubblici che affollano il Castello, con particolare attenzione a quello giovane. Cocciante arriva a Palermo con la sua storia e con il curriculum arricchito dalla partecipazione al talent “The Voice”, nell’insolito ruolo di caposquadra e giudice, e negli abituali panni di cantautore con il quadruplo cofanetto antologico (con rarità) “Sulle labbra e nel pensiero”: un lavoro dedicato non solo ai suoi fan ma soprattutto ai giovani che non conoscono il suo passato.

L’apparizione televisiva ha portato all’artista di origine vietnamita, nuova popolarità, facendo superare a uno che non ama molto apparire, le perplessità iniziali. E così ecco i tre dischi che raccolgono cinquantacinque suoi classici e che costituiranno l’intelaiatura della sua performance palermitana: da “Se stiamo insieme” a “Celeste nostalgia”, passando per chicche come la versione rimasterizzata di “Michelle” dei Beatles, o i brani jazz. Non mancheranno, ovviamente, “Bella senz’anima” e “Margherita”. Nel frattempo si è riacceso il Castello a Mare.

Il Complesso monumentale, uno dei più suggestivi della Sicilia, primo nucleo della città di Palermo, è già tornato a essere un faro cittadino, punto di riferimento delle notti estive palermitane: ogni giorno, infatti, dalle 21 alle 24, un’illuminazione artistica con cinquanta corpi illuminanti “abbraccia” questo primo baluardo della città tra il porto industriale e il porticciolo turistico della Cala.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.