CronacaPrimo Piano

Sicilia, bufera alla Regione: 15 arresti per truffa e peculato. I NOMI

Foto internet

All’alba di questa mattina i carabinieri hanno eseguito 15 provvedimenti di custodia cautelare nei confronti di 13 dipendenti della Regione Sicilia e 2 imprenditori, accusati di peculato, truffa aggravata nei confronti dello Stato, turbata libertà degli incanti, falsità materiale e ideologica.

Le indagini, avviate nel febbraio 2012 dai carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura, hanno consentito di ricostruire un meccanismo di distrazione e successiva appropriazione indebita di denaro pubblico per circa 500mila euro.

L’indagine era partita nel 2012 dopo la segnalazione dell’ex direttore della Formazione, Ludovico Albert.

L’operazione, denominata “Iban”, è in corso dall’alba di oggi da parte dei carabinieri del comando provinciale di Palermo .

I NOMI. In carcere sono finiti Emanuele Currao, funzionario regionale, e Mario Avara, imprenditore. Ai domiciliari: Concetta Cimino, dirigente regionale in pensione, Marco Inzerillo, Gualtiero Curatolo, Maria Concetta Rizzo, Maria Antonella Cavalieri, Federico Bartolotta, Vito Di Pietra, Giuseppina Bonfardeci, Giampiero Spallino, Carmelo Zannelli, Michele Ducato, Marcella Gazzelli. Ai domiciliari pure l’imprenditore Amedeo Filingeri.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.