Politica

Sicilia: Battiato, gravissime anomalie in uso risorse, da ora piu’ trasparenza

Franco Battiato (foto da Internet)

“Relazionandomi con il mio ufficio di gabinetto e la direzione generale ho dovuto prendere atto di raccogliere una pesante eredita’ derivante da gravissime anomalie, sia nell’attribuzione che nella gestione delle risorse comunitarie e regionali”. A denunciarlo e’ l‘assessore regionale al Turismo della Sicilia, Franco Battiato.

“Trovandomi in sintonia con la linea di trasparenza avviata dal presidente Crocetta – spiega – ho chiesto agli uffici competenti una relazione dettagliata, al fine di verificare come sono state utilizzate le risorse nelle passate legislature. Intendo acquisire informazioni complete con numeri, rendicontazioni, eventuali responsabilita’. La situazione attuale di stallo, che e’ al centro di indagini della procura e sotto la lente d’ingradimento dei commissari europei, ha determinato una condizione di paralisi, aggravata ancora di piu’ dalla pesante crisi che ha di fatto, al momento attuale, tagliato molti capitoli di bilancio”.

“Non e’ pensabile, cosi’ come e’ successo nel recente passato – dice ancora Battiato -, che vengano finanziati eventi o mostre per milioni di euro senza alcun controllo e in deroga a qualsiasi regola di buon senso e di mercato. E’ pertanto necessario predisporre dei bandi, per la programmazione futura, che tengano conto di criteri rigorosi e razionali in modo da evitare il perpetuarsi di certi errori”.

Dura la replica del gruppo Pdl all’Ars. L’on. Falcone dichiara:”L’assessore Franco Battiato, se pur nel frattempo impegnato nel proprio tour artistico, dice che sta lavorando per la Sicilia e per l’incarico avuto dalla Presidenza? Ci crediamo.

Ma afferma pure che il suo impegno è volto anche a riparare i danni, i disastri, causati da passate gestioni: quindi, faccia nomi ed esempi circostanziati” lo dichiara il vicecapogruppo del Pdl all’Ars, Marco Falcone, il quale ricorda che il ruolo dell’Assemblea “oltre che legislativo e di indirizzo, è pur di controllo. Dunque, se occorrerà per far luce su gestioni dissennate della cosa pubblica – conclude Falcone – potrebbe anche esser istituita una commissione d’inchiesta all’uopo. L’importante è non sparare mai nel mucchio: sarebbe demagogico”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.