PoliticaPrimo Piano

Sicilia, Ars approva finanziaria all’alba. Salvi gli ex pip e Tabella H

Crocetta. Foto Internet

Dopo una lunga notte, il bilancio in Sicilia è stato finalmente approvato alle prime ore dell’alba, intorno alle 6.45. Voti favorevoli 59, voti contrari 13. Il tema più discusso è stato quello che riguarda la famosa TabellaH, ovvero il finanziamento di enti e associazioni. Alla fine sono 136 gli enti a cui andranno in totale 25 milioni. Tra questi il centro “Whitaker” – 439 mila euro – , l’Isida – 230 mila – , il Rises -240 mila – , il Csei – 250 mila – , Ente nazionale per la protezione e l’assistenza dei sordomuti – 582 mila – , Telefono arcobaleno – 420 mila – , Unione italiana ciechi – 1,486 milioni per il funzionamento e 1,615 milioni per la stamperia Braille – , Centro “Hellen Keller” (646 mila), Istituto superiore di giornalismo di Palermo – 323 mila – , Fondo destinato al potenziamento delle attività sportive isolane – 3,872 milioni.

Accontentati gli ex Pip ai quali verrà aumentato l’assegno mensile – ora sarà di 850 euro – ma non riceveranno i contributi previdenziali. Per quanto riguarda i 18.500 lsu comunali invece è stata approvata una norma che prevede il rinnovo dei contratti soltanto fino a luglio, in attesa di trovare un accordo con lo Stato: al momento le norme nazionali vietano il rinnovo di qualsiasi contratto precario nelle pubbliche amministrazioni.

Per i 25 mila forestali la somme in bilancio sono solo 205 milioni di euro, contro i 360 dello scorso anno che pesavano anche sui fondi Fas. I forestali si vedranno diminuite le giornate ai livelli ante-2009.

Dal fronte delle imprese crtitiche al presidente: i siciliani continueranno a pagare fino al 2015 Irpef e Irap con aliquote tra le più alte d’Italia.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.