Economia & LavoroPrimo Piano

Sicilia, Almaviva. “E’ arrivato il momento di scendere in piazza”

Giovanni Gorgone

Ennesimo incontro all’ARS, in terza commissione attività produttive e purtroppo ancora un nulla di fatto, tredicesimo incontro con le istituzioni per avere una risposta sulla richiesta avviata tanti mesi fa da Almaviva Contact che chiede un aiuto per trovare un immobile che possa contenere i lavoratori dei due Call Center palermitani di via Marcellini e di via Cordova in scadenza di contratto.

Giovanni Gorgone coordinatore regionale UGL Telecomunicazioni, sostiene che “bisogna affrettarsi a trovare una soluzione che dia un messaggio di speranza ai 4000 lavoratori che già da troppo tempo soffrono per questo stato di precarietà che si va ad aggiungere ad altri problemi legati al momento di crisi che sta vivendo il settore delle telecomunicazioni”.

“Non è più concesso chiedere nulla ai dipendenti” –  aggiunge Giovanni Gorgone – , “che con grande maturità e senso di attaccamento al proprio lavoro hanno accettato con tanti sacrifici di stringere la cinghia vedendosi di fatto ridurre il proprio salario con la proroga di un altro anno del contratto di solidarietà, volto a contenere gli esuberi dichiarati dalla società.
Abbiamo bisogno di regole che stabilizzano il mercato, il fenomeno della delocalizzazione deve essere combattuto, non possiamo permettere che il nostro lavoro migri in altri posti dove il costo del lavoro è nettamente più basso del nostro.

Noi dell’UGL Telecomunicazioni pensiamo che sia arrivato il momento di scendere in piazza a manifestare, 4000 famiglie non possono essere abbandonate dalle istituzioni al loro destino, in un periodo di crisi dove le aziende chiudono per mancanza di lavoro è inammissibile che quel poco che c’è si rischi di perderlo per problemi logistici.

Tutti si fanno la bocca larga parlando di lavoro ma quando bisogna agire nessuno si assume la responsabilità di farlo, basta scendiamo in piazza e nel rispetto delle regole cercheremo di scuotere la coscienze di quelle persone preposte ad intervenire”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.