PoliticaPrimo Piano

Sicilia, all’Ars 41 deputati su 90 chiedono Tfr. “È un loro diritto”

Dal primo gennaio ad oggi 41 su 90 deputati dell’Assemblea Regionale Siciliana hanno chiesto all’amministrazione del Parlamento la liquidazione del Tfr per poco più di un anno di legislatura.

Questa opportunità è resa possibile grazie all’approvazione della legge sulla Spending review, entrata in vigore a inizio anno, la quale concede un tempo massimo di sei mesi per richiedere il Tfr. Trascorso questo tempo, la liquidazione rimane nel fondo con i pagamenti previsti a fine mandato, nel 2017. La presentazione dell’istanza è facoltativa.

Dall’Ars arriva una nota che vuole chiarire la situazione: “l’Amministrazione dell’Assemblea regionale siciliana precisa che una parte dei deputati regionali sta semplicemente cominciando a esercitare l’ovvio diritto, espressamente previsto dalla legge, di avere restituito quanto versato per una finalità ora venuta meno (cosiddetto assegno di solidarietà).

L’ammontare della restituzione corrisponderà esattamente a quanto versato nei precedenti mesi. Si chiarisce poi che, in forza del recepimento del decreto Monti, con la busta paga di gennaio sono venute a mancare una serie di voci e altre ridimensionate, pertanto la maggior parte delle buste paga dei deputati è ora di 8.250 euro nette per dodici mensilità”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.