CronacaPrimo Piano

Sicilia: allarme tonno tossico. Sequestrati 700 kg il 20 giorni

Tonno in Sicilia sotto accusa, dopo che negli ultimi giorni centinaia di persone sono finite al  Pronto Soccorso per intossicazione alimentare dopo aver acquistato e consumato il pesce. I sintomi erano sempre gli stessi: dalla tachicardia alla difficoltà di respirazione.

Immediate le dichiarazioni dei medici, che spiegano che la causa del malessere è dovuta alla cattiva conservazione del tonno, che provoca l’aumento di una sostanza chiamata istamina, la quale causa un vero e proprio avvelenamento (sindrome sgombroide).

La Guardia Costiera ha sequestrato ingenti quantità negli ultimi 20 giorni: 700 chili a Palermo, altri 400 a Porticello (frazione di Santa Flavia – provincia di Palermo) e addirittura 2500 chili di pesce a Cefalù.

Sull’accaduto sono intervenuti Alessandro Chiarelli e Giuseppe Campione, rispettivamente presidente e direttore della Coldiretti regionale, che focalizzano il punto su quanto malaffare ci sia dietro il settore alimentare. “Il settore della pesca siciliana è uno dei pilastri dell’economia dove occorre incentivare ancora di più i controlli per evitare che si verifichino episodi simili. Spesso, a causa della crisi, si acquistano prodotti a bassissimo prezzo che non possono essere prodotti sani per via dei costi di produzione”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.