Cronaca

Sferracavallo, multati 4 locali per occupazione di suolo pubblico

Polizia Municipale

A Sferracavallo, borgata marinara a pochi chilometri da Palermo, sono stati multati dalla Polizia Municipale di Palermo quattro locali per occupazione di suolo pubblico con gazebo, sedie e tavoli. Sequestrata una piattaforma abusiva sulla battigia. Ecco cosa racconta il comunicato stampa:

Controlli finalizzati al possesso delle autorizzazioni all’’occupazione di suolo pubblico sono stati realizzati dal Servizio Controllo Attività Produttive della Polizia Municipale a Sferracavallo. In particolare, sono stati verificati alcuni esercizi commerciali che espletano la loro attività di somministrazione di alimenti e bevande con allestimento di gazebo installati sulla sede stradale o con sedie e tavoli posti sui marciapiedi al riparo di ombrelloni.

Sono state riscontrate irregolarità in quattro esercizi pubblici ubicati in Piazza Marina di Sferracavallo: al civico 3 occupazione di suolo pubblico con gazebo; al civico 14 redatto verbale ai sensi art. 20 perché sfornito suolo pubblico e riscontrato illecito amministrativo per omesso smaltimento degli olii esausti prodotti dalla ristorazione; al civico 25 redatto verbale ai sensi dell’art. 20 del Codice della Strada per occupazione della sede stradale con gazebo; al civico 35 locale sfornito di autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande, delle autorizzazioni sanitarie e della concessione di suolo pubblico.

Un’’altra verifica realizzata in Via Scalo di Sferracavallo ha accertato che i proprietari avevano realizzato una piattaforma sulla battigia e quindi in area demaniale, antistante il proprio punto di somministrazione dove veniva svolta attività di ristorazione, peraltro senza alcuna autorizzazione. Inoltre all’interno del locale, su un’area privata destinata a cortile, era stato realizzato un ampliamento dell’immobile di circa 40 metri quadri per adibirlo a laboratorio per l’attività di ristorazione.

E’ scattata la segnalazione all’autorità giudiziaria per l’’abuso edilizio commesso per l’’ampliamento della superficie e sono ancora in corso ulteriori accertamenti. Mentre per il mancato possesso di autorizzazione demaniale e violazione del Codice di Navigazione è stata sequestrata la piattaforma installata abusivamente”.

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.