Primo PianoSport

Serie A, prima gioia esterna: Siena – Catania 1-3, cronaca e pagelle

Gonzalo Bergessio, foto internet

La vittoria in trasferta non è più una chimera. Il Catania si impone 3-1 al Franchi di Siena e ottiene la prima vittoria esterna di questo campionato, dopo aver collezionato la miseria di 3 punti nelle precedenti sette partite. Ci ha pensato Gonzalo ‘Bellerofonte’ Bergessio, con una doppietta, a ribaltare una gara che si era messa male dopo lo svantaggio del primo tempo, ad opera di Rosina. Poi nella ripresa gli etnei si scatenano, pareggiando con Castro e trovando i tre punti con due gol del centravanti argentino.

La partita

Il Catania arriva a Siena con un imperativo: bisogna vincere per evitare di rimanere invischiati in una lotta salvezza che fino a poche giornate fa non riguardava i rossoazzurri. Le due sconfitte negli ultimi due turni di campionato rendono la gara di Siena quasi uno scontro salvezza, con i senesi che hanno sì recuperato i 6 punti di penalizzazione, ma che si ritrovano in fondo alla classifica e hanno bisogno di risalire in fretta.

Maran conferma pienamente la formazione prevista alla vigilia, con Rolin in difesa, Salifu in mezzo al campo e il recuperato Bergessio al centro dell’attacco. Cosmi inserisce Bolzoni e conferma Valiani e Rosina dietro l’unica punta Calaiò.

La partita si mette subito in salita per gli etnei, che al 10’ sono già in svantaggio: Valiani va in contropiede e mette in mezzo un pallone velenoso, sul quale si avventa Rosina che di prima batte a rete e mette alle spalle di Andujar.

Il Catania non riesce a giocare come vorrebbe, il possesso palla è lento e impacciato, mentre dietro la retroguardia balla pericolosamente. Al 22’ una deviazione di Paci trova preparato Pegolo, che con una bella parata manda in calcio d’angolo. Dieci minuti più tardi solo una grandissima copertura di Alvarez toglie a Valiani la gioia del gol a pochi passi dalla porta di Andujar.

Al 38’ però il Catania rischia seriamente di pareggiare: Castro viene smarcato a centro area da una verticalizzazione, scavalca Pegolo con un bellissimo tocco sotto ma si vede ribattere il pallone sulla linea di porta da Felipe. Il primo tempo si conclude col vantaggio senese, ma il Catania nonostante le difficoltà nella costruzione della manovra, ha avuto nel finale di tempo la palla gol del pareggio.

Nessun cambio nella ripresa, almeno negli effettivi in campo, ma gli ospiti rientrano in campo con un piglio nettamente diverso rispetto alla prima frazione. Il Catania sfiora quasi subito il pari, prima con una botta violenta di Almiron che esce fuori di pochissimo, poi con Gomez, che da pochi metri calcia debolmente ed esalta i riflessi di Pegolo.

Ma il gol è nell’aria e arriva al 5’ sull’asse Bergessio – Castro: il primo verticalizza in scivolata, il secondo trafigge la porta senese per il gol del meritato pareggio.

Per il successivo quarto d’ora il Siena è in balìa dell’avversario, che va vicino al vantaggio in almeno un paio di occasioni. Nel momento in cui i padroni di casa trovano le giuste contromisure tattiche, arriva però la doccia gelata: sempre Castro semina il panico in velocità, serve centralmente Lodi che a sua volta gira per Bergessio, abilissimo a infilare Pegolo con un bel tocco sotto e portare in vantaggio gli ospiti.

Il Siena prova a reagire, ma senza incidere, scoprendo il fianco ai velocissimi contropiedi dei siciliani. Al minuto 81’ ci pensa ancora Bergessio a mettere in cassaforte il risultato, spedendo in rete con il piattone un angolo di Lodi dalla sinistra, spiazzato dal solito Castro.

Per i toscani non c’è il tempo per provare a limitare i danni. Finisce 1-3 con gli etnei che si riportano nella metà sinistra della classifica e tornano a respirare dopo un periodo abbastanza negativo. Domenica si torna al Massimino: ospite la Sampdoria.

Le pagelle

Andujar 7 – Sempre puntuale quando chiamato in causa, non ha colpe sul gol del vantaggio senese.

Rolin 5,5 – Preparato atleticamente, pessimo tatticamente. Si fa sorprendere spesso fuori posto dagli attaccanti del Siena. Capuano (dal 90’) s.v.

Legrottaglie 6 – Solita, buona prestazione, macchiata da un giallo a centrocampo frutto di una sua disattenzione.

Alvarez 6,5 – Partita sufficiente, senza sbavature. Sempre preciso, provvidenziale su Valiani nel primo tempo.

Marchese 6,5 – Spinge e copre benissimo. Superba la sua prestazione in entrambe le fasi di gioco.

Lodi 7 – Solito direttore d’orchestra in mezzo al campo. Suo l’assist per il gol del vantaggio di Bergessio.

Almiron 7 – Ottima prestazione. Grinta e dedizione sono le sue armi, messe in mostra oggi in maniera impeccabile.

Salifu 6 – Migliora rispetto alle due precedenti uscite. Non fa rimpiangere l’assenza di Izco.

Castro 8 – Una spina nel fianco per la difesa avversaria. Con la sua freschezza atletica, la sua tecnica e la sua velocità fa ammattire i difensori senesi. Un gol e un assist sul tabellino. Paglialunga (dal 90’) s.v.

Gomez 6,5 – Non è il solito Gomez ma per oggi può bastare. I suoi inserimenti negli spazi mettono in difficoltà la difesa avversaria.

Bergessio 8,5 – Man of the match: due gol e un assist che portano i primi tre punti esterni al Catania. In grandissima giornata, replica la doppietta di mercoledì in coppa. Doukara (dall’86’) s.v.

Paolo Guagliardito

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.