Sport

Serie A, Cavani porta il Napoli al primo posto

Edinson Cavani

La 5 giornata del campionato di serie A vede in Edinson Cavani l’indiscusso protagonista: firma una tripletta e sbaglia un rigore nel 3-0 del Napoli alla Lazio di Petkovic. La Juventus (sofferto 0-0 ieri a Firenze) viene così raggiunta dai partenopei in testa alla classifica con 13 punti all’attivo. Dopo la sconfitta del Palermo a Pescara alle 20.45 (1-0) si è giocato l’intero turno della massima serie: bene le milanesi.

Chievo Verona – Inter / 0 – 2. Gioca il Chievo, vince l’Inter. La squadra di Di Carlo gioca bene e cerca di impensierire la retroguardia nerazzurra che però si fa trovare pronta. Due lampi di Pereira (in sospetto fuorigioco su un tiro sporcato di Nagatomo) e del puntuale Cassano chiudono una gara che ha visto più ombre che luci nelle manovre offensive interiste.

Genoa – Parma / 1 – 1. Partita giocata su buoni ritmi con i ducali che trovano il gol con il capitano Alessandro Lucarelli sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La ripresa è del Genoa: crea occasioni da gol e ottiene ben due rigori. Borriello trasformerà solo il secondo. Assalto finale emiliano. Pari giusto.

Milan – Cagliari / 2 – 0. Ritrova il sorriso e il successo tra le mura amiche la squadra di Allegri (squalificato). Un gol per tempo di El Shaarawy regala un 2-0 al Milan che nel secondo tempo ha rischiato non poco: al faraone bastano due lanci in profondità per trafiggere l’incolpevole Agazzi.

Napoli – Lazio / 3-0 . Roboante prova di forza del Napoli delle meraviglie contro una Lazio nettamente inferiore ma mai arrendevole. Gol annullato a Klose (di mano, ammette il tedesco) e comincia il pomeriggio di Cavani, autentico Matador, di nome e di fatto, che firma una tripletta che, se avesse trasformato un rigore concesso alla mezz’ora della ripresa, sarebbe diventata un poker da annali. La Lazio non ha giocato una brutta gara ma è stata troppo ingenua nella fase difensiva lasciando l’uruguaiano per tre volte a tu per tu con il portiere romano. Napoli in testa alla classifica che arriva nel migliore dei modi alla delicata trasferta di Genova con la rivelazione Sampdoria.

Roma – Sampdoria / 1-1. Eccola, la Sampdoria, che compie un altro passo importante fermando la Roma di Zeman all’Olimpico. Partita giocata con grande intensità da entrambi i fronti con la Roma che osa di più lasciando però spazi al contropiede blucerchiato. Il solito Totti sblocca la gara (216 gol in serie A, raggiunto Altafini): batti e ribatti in area ligure e dopo un tiro sporco di Florenzi, il capitano giallorosso si ritrova smarcato davanti la porta. Uno a zero. La seconda frazione di gioco non inizia bene per la Samp per l’espulsione di Maresca al 2° minuto. Ma grazie ad uno scatenato Eder ed alle praterie lasciate dalla difesa capitolina, la Sampdoria trova il pareggio con Munari, complice un disastroso intervento di Stekelenburg. Assalti finali della Roma con Totti e Balzaretti, murato da Romero.

Torino – Udinese / 0 – 0. Gara giocata su ritmi blandi con il Torino che, ai punti, avrebbe meritato la vittoria. Poche emozioni ma ben tre legni per i granata (traverse di Basha e Sansone, palo di Santana) e classico “gol fantasma” recriminato dai friulani ma la palla presa da Gillet era sulla linea di porta.

Le altre: Pescara – Palermo 1- 0 e Catania – Atalanta 2-1

Stasera chiude Siena – Bologna.

Simone Giuffrida

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.