Primo PianoSport

Serie A, Catania corsaro a Marassi: Genoa battuto 2-0

Foto internet

Seconda gioia esterna per il Catania, che ottiene la sua seconda vittoria in trasferta di questo campionato, espugnando con un perentorio 2-0 il Ferraris. Il Genoa è subito sotto grazie alla rete di Bergessio, imbeccato da Gomez. Partita in bilico fino al 90′, quando Barrientos raddoppia e mette in cassaforte il punteggio.

La partita

Il Genoa per uscire dalle sabbie mobili della bassa classifica, il Catania per fiondarsi definitivamente nelle zone alte e avvicinare la zone Europa League, dopo il pareggio della Fiorentina nell’anticipo delle 12:30. Il match del Ferraris offre spunti interessantissimi, motivazioni distanti dodici punti, ma egualmente forti per due squadre che hanno un solo imperativo: vincere.

Nel Catania c’è Castro a sostituire Almiron, ma a sorpresa Salifu si accomoda in panchina, lasciando il posto a Paglialunga. Per il resto schieramento confermato rispetto alle indiscrezioni della vigilia.

E’ però il Genoa a partire subito fortissimo, sfiorando il gol dopo appena 30″ con un colpo di testa di Borriello. Ma il Catania c’è e dimostra di non soffrire più di tanto l’assenza di Lodi: il tasso qualitativo degli undici rossazzurri permette di alternare in cabina di regia Barrientos, Gomez e Castro, abilissimi a cercare spesso la profondità per il movimento di Bergessio e gli inserimenti dei centrocampisti.

Proprio da una verticalizzazione di Barrientos nasce il vantaggio del Catania, al 3′: il “Pitu” trova con un lancio millimetrico Gomez, lasciato colpevolmente solo dalla difesa genoana. L’esterno argentino mette in mezzo per l’accorrente Bergessio, che da pochi passi non sbaglia e insacca.

Dopo il vantaggio degli ospiti, il Genoa si riversa in avanti alla ricerca disperata del pareggio, sfiorando il gol con Borriello, che prima spedisce clamorosamente alto da mezzo metro un pallone invitantissimo proveniente dalla destra, poi di testa impegna Andujar, costretto a mandare in corner.

In avvio di ripresa il Genoa va ancora vicino al gol del pari, con un’azione confusa in area di rigore: il pallone calciato da Immobile viene deviato più volte e incoccia il palo ad Andujar battuto.

Il Genoa si spegne qui: i grifoni non creano quasi più nulla e rischiano a più riprese di subire il colpo del Ko ad opera di un Catania abile a sfruttare gli ampi spazi concessi dai padroni di casa, ovviamente costretti a sbilanciarsi in avanti.

Succede quindi che Bergessio, pescato da Paglialunga, si ritrovi a tu per tu con Frey, bravissimo ad ipnotizzare il centravanti etneo e respingerne la conclusione.

Il Catania dà la sensazione di poter far male ogni volta che riparte, ma non riesce a chiudere il match, fino al 90′, quando Barrientos entra in area palla al piede e trova l’angolino opposto da posizione defilata. E’ il gol che spegne la contesa e accende la festa dei tifosi rossazzurri.

I siciliani trovano così la seconda vittoria esterna in campionato e si riavvicinano alla zona Europa, distante solo 4 punti. Per il Genoa è notte fonda: a fine partita contestato Preziosi dalla tifoseria rossoblù. In serata, la società ha deciso per l’esonero di Del Neri. Al suo posto torna Ballardini. 

Paolo Guagliardito

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.