Cronaca

Sequestrate 72 agenzie di poste private: trattenevano soldi delle bollette

Foto internet

Settantadue agenzie di poste private sono state sequestrate nel territorio nazionale nell’ambito dell’operazione denominata “Lost Pay”, condotta dalla Guardia di Finanza e coordinata dalla procura di Palermo.

Le agenzie sequestrate operavano nelle provincie di Palermo, Messina, Catania, Trapani, Agrigento, Roma, Macerata, Lecce, Reggio Calabria, Modena e l’Aquila. L’inchiesta è partita a fine ottobre 2012 quando un palermitano aveva ricevuto a casa una multa salata per il mancato pagamento della Tarsu e denunciò l’accaduto. Il malcapitato scoprì che l’agenzia di posta privata a cui si era affidato aveva tenuto nelle proprie casse l’intero importo pagato.

E’ successo anche di peggio ad altri utenti che si sono visti tagliare addirittura luce, gas o telefono perché risultavano morosi, quando invece avevano pagato regolarmente. Le agenzie sequestrate, sebbene fossero in possesso dell’autorizzazione ministeriale, non sono risultate munite delle concessioni per poter effettuare i servizi di pagamento, non essendosi iscritte all’albo e non avendo alcuna affiliazione a qualche società autorizzata dalla Banca d’Italia. Erano a tutti gli effetti agenzie abusive.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.